INTER / Benitez attacca: gli infortuni? Colpa dei medici

- La Redazione

L’ex allenatore torna a parlare dei nerazzurri

benitez_grintoso_R400_15dic10
Benitez grintoso (Foto Ansa)

L’Inter è ormai il passato di Rafa Benitez, ma i mesi in cui è stato messo alla gogna per i risultati deludenti, fino alla rescissione consensuale dell’accordo con Moratti, sono ancora un vivo ricordo nella testa dell’allenatore spagnolo. Ecco perché il tecnico campione del mondo a ogni intervista non perde occasione per dire la sua sullo sfortunato periodo in nerazzurro. Ieri lo ha fatto sullo spagnolo Marca, prendendo in esame soprattutto il problema degli infortuni che hanno senz’altro condizionato la sua esperienza ad Appiano Gentile.

“Sul tema degli infortuni e delle ricadute all`Inter – ha iniziato Rafa – vorrei evidenziare alcuni dati per non essere frainteso: l`80% degli infortunati aveva avuto lesioni uguali o simili nei due anni precedenti. Il mio staff e io inoltre non controllavamo il lavoro del medico e del suo preparatore atletico. Le terapie e la fase di recupero non la seguivamo noi. Dopo che siamo andati via dall`Inter, in un mese ci sono stati altri 8 infortuni muscolari. Sono sicuro che a Roberto Mancini tutto quello che ho detto suonerà familiare”.

Un affondo mica da ridere. Che arriva proprio mentre uno degli uomini simboli del Triplete, Diego Milito, si ferma per la quinta volta in stagione e sempre per un problema alla coscia sinistra. Proprio dai troppi infortuni sarebbero iniziati i guai di Benitez, sul campo e nello spogliatoio.

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE DI INTER E BENITEZ

“La mia avventura all’Inter era iniziata discretamente e giocavamo bene, ma gli infortuni hanno cambiato un po’ tutto, comprese le dinamiche interne. E settimana dopo settimana si cambiava opinione su di noi a seconda del risultato della partita…”.

 

In verità già in estate qualcosa aveva destato mal di pancia al tecnico spagnolo. Il mercato, innanzitutto. O meglio, l’assenza di mercato. “Perché non ho avuto acquisti in estate? Non lo so e sono stato io il primo a essere sorpreso. Non ci potevo credere: ad agosto mi avevano chiesto un progetto per migliorare la squadra, io l`ho messo per iscritto e ai dirigenti è piaciuto, ma non è stato attuato”.

 

Gli acquisti sono invece arrivati per Leonardo: “Cinque elementi comprati e 6 ceduti: adesso la squadra è praticamente nuova. Vedere parte del mio progetto attuato adesso mi fa riflettere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori