CALCIOMERCATO/ Inter, Milan, Juventus, esclusiva Gerolin: Ganso, Neymar, Lamela, i segreti dei baby sogni delle big

- La Redazione

In esclusiva a Ilsussidiario l’ex dirigente di Roma e Udinese Manuel Gerolin che ha parlato dei tanti talenti sudamericani in particolare di Ganso, Neymar e Lamela.

Lamela_River-Plate_R400
Lamela, foto Ansa

Il calcio italiano è pronto a revocare la regola sugli extracomunitari, aumentando il numero dei giocatori da acquistare fuori dalla Comunità europea. Molte le società italiane che chiedono ai vertici del calcio italiano di rivedere il regolamento. Anche perchè le grandi del calcio nostrano sono pronte ad acquistare molti talenti sudamericani. In esclusiva a Ilsussidiario abbiamo intervistato Manuel Gerolin, ex dirigente di Roma e Udinese oggi talent scout del Siena, che ci ha parlato dei maggiori talenti del Sudamerica.

Molte società italiane vorrebbero aumentare il numero di extracomunitari da acquistare. Non si rischia di penalizzare i giovani italiani?

Non credo perchè penso che se un giovane è bravo riuscirà sempre a emergere. Certo magari non sarà semplice come per un giovane sudamericano ma se è bravo giocherà.

Come mai si vuole cercare a tutti i costi il talento sudamericano?

Non è proprio così. C’è attenzione anche ai giovani italiani ma dipende soprattutto dai costi. Le squadre sudamericane sono più propense a vendere e spesso un calciatore brasiliano o argentino costa meno rispetto a un italiano. Tutti vorrebbero avere undici italiani in squadra…

Per una società medio-piccola come il Siena è un bene aumentare il numero degli extracomunitari?

E’ uguale perchè non si va sempre e solo a cercare all’estero i giocatori, dipende da molti fattori.

Lei è un esperto dei talenti del Sudamerica, le piace Ganso?

E’ un ottimo calciatore che ha avuto la fortuna di esordire presto nel Santos e non è facile giocare in un club così importante. E’ il classico numero dieci talentuoso, il Rivaldo della situazione.

Nel Santos gioca il “gemello” di Ganso, ovvero Neymar, altro grande talento…

Molto bravo anche questo ragazzo del 92′. Lui gioca più da attaccante, è molto simile a Robinho, ma costa tanto anche lui.

Dovesse scegliere tra Ganso e Neymar su chi punterebbe?

Su entrambi (ride). Sono grandi talenti che vedrei bene in un club italiano.

Altro talento sudamericano è Lamela, è già pronto per il calcio italiano?

Lamela è un trequartista moderno del River Plate, ha un ottimo fisico e un sinistro micidiale. E’ sicuramente un ottimo talento anche se in Italia non è facile per un ragazzo del 92′, ma se hai talento prima o poi sfondi sicuro.

Un esempio lampante è Coutinho dell’Inter…

Giocare nell’Inter non è uno scherzo, Coutinho ha dovuto sostituire giocatori del calibro di Pandev, Milito, calciatori che sono di un altro livello. Lui è un ragazzo di 19 anni, un po’ troppo leggerino, è normale possa pagare l’ambientamento al calcio italiano.

 

Ha qualche giocatore sudamericano da sponsorizzare?

I giocatori che costano meno di Ganso, Neymar e Lamela me li tengo per il mio Siena.

Siena che è vicino alla promozione…

Stiamo andando bene ma non dobbiamo cantare vittoria prima del previsto.

Il prossimo anno in Serie A con Conte in panchina?

(ride) E’ un argomento un po’ particolare, l’importante è che Conte stia facendo bene con il Siena.

 

Claudio Ruggieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori