PAGELLE/ Parma-Inter (2-0): i voti, la cronaca e il tabellino del match (trentatreesima giornata)

Il parma batte l’Inter, conquista punti pesanti in chiave salvezza e costringe i nerazzurri a dire addio ai sogni tricolore. I gol, di Giovinco ed Amauri, sono una dura lezione a Leonardo.

16.04.2011 - La Redazione
Giovinco_r400
Sebastian Giovinco (Foto: ANSA)

L’Inter crolla anche a Parma e dice addio ai sogni scudetto: la contemporanea vittoria del Milan fa precipitare i nerazzurri ad otto lunghezze dalla vetta e segna in maniera netta la corsa al titolo. L’Inter cede al cospetto di un buon Parma, combattivo e affamato di punti salvezza: la squadra di Colomba trova un successo pesantissimo per morale e, soprattutto, classifica. I gol, di Giovinco ed Amauri, condannano la squadra di Leonardo forse oltre i propri demeriti, dato che i nerazzurri sono stati padroni del campo per lunghi tratti del match. Ma la condizione fisica dei nerazzurri, assolutamente scadente, non ha permesso alla squadra di Leonardo di concretizzare il tanto possesso palla. L’Inter, tra campionato e Champions, è alla quarta sconfitta su cinque gare: urge un cambio di rotta immediato per non essere risucchiati nella lotta per il terzo/quarto posto.

Partita tattica e nervosa quella andata in scena al Tardini. L’Inter preme, il Parma arretra e riparte in contropiede: ecco il live-motive della prima frazione del match, combattuta a centrocampo e povera di emozioni in zona gol. Basti pensare che il primo tiro verso una delle due porte arriva al 20esimo minuto, quando è Stankovic a centrare l’incrocio dei pali con un destro di terrificante potenza dai trenta metri. L’Inter si presenta con continuità nei sedici metri avversari, senza mai però riuscire ad aggirare il muro difensivo preparato da Colomba per l’occasione, abile a chiedere ai suoi una partita di sacrifici e ripartenze veloci: proprio su una di queste folate offensive Giovinco trova la rete del vantaggio, trafiggendo Julio Cesar con un preciso sinistro da centroarea al termine di un buon fraseggio con Modesto.

Fuori Chivu e dentro Sneijder. E la mossa di Leonardo si rivela azzeccata: l’olandese illumina il gioco dei nerazzurri come nei giorni migliori, producendo assist e giocate a ripetizione e rendendosi pericoloso al tiro. I primi 20 minuti della seconda frazione sono un monologo nerazzurro, con la porta di Mirante bombardata dalla trequarti. Ma per fare questo gioco bisogna essere in salute, e l’Inter non lo è. Ecco che, alla lunga, la squadra di Leonardo allentava la presa, il Parma alzava il baricentro e trovava break offensivi importanti: il campanello di allarme lo faceva suonare Amauri alla mezz’ora, cogliendo una traversa da fuori area. Nemmeno gli inserimenti di Pandev e Milito riuscivano più a scuotere un’Inter stanchissima, che si faceva infilare in velocità da Amauri a pochi minuti dalla fine: 2 a 0. Sipario sul Tardini. E sullo scudetto.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER LEGGERE LE PAGELLE E IL TABELLINO DEL MATCH PARMA-INTER (2-0)

 

Parma: Mirante, Zaccardo, Paletta, Lucarelli, Gobbi, Morrone, Dzemaili, Modesto, Candreva (Valiani), Giovinco (Bojinov), Amauri (Crespo)

A disposizione: Pavarini, Pisano, Nwankwo, Valiani, Galloppa, Crespo, Bojinov

Allenatore: Colomba

Inter: Julio Cesar, Nagatomo, Lucio, Ranocchia, Chivu (Sneijder), Zanetti, Cambiasso, Kharja (Pandev), Stankovic, Pazzini (Milito), Eto’o

A disposizione: Castellazzi, Materazzi, Obi, Mariga, Sneijedr, Milito, Pandev

Allenatore: Leonardo

Marcatori: Giovinco (P) – Amauri (P)

Ammoniti: Ranocchia (I) – Zaccardo (P) – Paletta (P) – Stankovic (I)

Espulsi: nessuno

Recupero: 0 min (p.t.) – 5 min (s.t.)

 

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER LEGGERE LE PAGELLE DEL MATCH PARMA-INTER (2-0)

 

Mirante, voto 6,5
Zaccardo, voto 6
Paletta, voto 6,5
Lucarelli, voto 6
Gobbi, voto 6
Morrone, voto 6,5
Dzemaili, voto 6,5
Modesto, voto 6
Candreva, voto 6 (Valiani, voto 6)
Giovinco, voto 7 (Bojinov s.v.)
Amauri, voto 7 (Crespo s.v.)

 

 

Julio Cesar, voto 5,5
Nagatomo, voto 6,5
Lucio, voto 6
Ranocchia, voto 5,5
Chivu, voto 5 (Snejder, voto 6,5)
Zanetti, voto 5,5
Cambiasso, voto 6
Kharja, voto 5,5 (Pandev s.v.)
Stankovic, voto 6,5
Pazzini, voto 5 (Milito, voto 5)
Eto’o, voto 5,5

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori