CALCIOMERCATO/ Inter, Mourinho: quanti indizi per il ritorno

La società di corso Vittorio Emanuele sta gettando le basi per la prossima campagna acquisti estiva nonché per la stagione ventura. Bisognerà decidere chi dirigerà il “timone” dell’Inter

18.04.2011 - La Redazione
leonardo_mourinho_R375x255_10gen10
Leonardo con Mourinho in una foto di repertorio (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO INTER – Sono giorni di “studio” in casa nerazzurra. La società di corso Vittorio Emanuele sta infatti gettando le basi per la prossima campagna acquisti estiva nonché per la stagione ventura. Prima delle opere di costruzione bisognerà decidere chi dirigerà il timone dell’Inter. I vertici, da Mourinho a Paolillo passando per Branca, avrebbero più volte pubblicamente confermato Leonardo. Gli ultimi risultati negativi starebbero però facendo titubare la società.

Se da una parte infatti, Leo ha la scusante stanchezza e scarse motivazioni, dall’altra, il tecnico nerazzurro ha mostrato fin da subito evidenti problemi nella fase difensiva nonché alcuni sbagli tattici in particolare nelle sfide decisive. A questo va aggiunto il problema che si è venuto a creare con diversi giocatori all’interno dello spogliatoio, in particolare Cambiasso, Sneijder, Motta e Maicon, estromessi in alcune recenti partite. A Milano, sponda interista, è tornata di moda la parola Mourinho. Molti gli indizi che spingono in tale direzione. Prima di tutto, secondo quanto raccolto da Il Corriere dello Sport, sembra che Moratti abbia programmato una sorta di colloquio con lo Special One. Secondariamente il portoghese avrebbe prenotato la scuola dei propri figli a Lugano, a pochi chilometri dal centro di allenamento Angelo Moratti.

Non si possono inoltre dimenticare i dissensi all’interno del Real Madrid fra Valdano e lo stesso tecnico che vanno avanti ormai dallo scorso autunno. Zanetti, il capitano, si è espresso sulla questione: «Mourinho? Per lui le porte qui all’Inter saranno sempre aperte, dopo le straordinarie imprese compiute per questa società». Più chiaro di così…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori