SERIE A/ Anticipi 35esima giornata: l’Inter va a Cesena, Napoli-Genoa scontro tra ‘gemellate’

- La Redazione

Si sfidano oggi per gli anticipi della 35esima giornata di serie A Cesena ed Inter (al Manuzzi) e Napoli e Genoa, al San Paolo. L’Inter vuole rinviare la festa-scudetto del Milan.

leonardo_etoo_R400
Il tecnico interista Leonardo (foto ANSA)

Al via oggi pomeriggio la 35esima giornata della massima serie. Alle 18 il Cesena riceverà al Manuzzi l’Inter di Leonardo per il primo dei due anticipi del quartultimo turno. A Napoli e Genoa il compito di darsi battaglia stasera alle 20.45 al San Paolo, in barba ad ogni gemellaggio. Chiarissimo l’obiettivo dei nerazzurri; vincere per rovinare o quantomeno rinviare la possibile festa scudetto del Milan, impegnato domani a San Siro contro il Bologna. Il presidente Moratti ha ordinato ai suoi i tre punti; finchè si può, meglio rendere la vita difficile ai cugini. In casa interista però tiene sempre banco il dilemma-allenatore. Tronchetti Provera ha elogiato Leonardo, spingendo per una sua riconferma; ma la decisione finale, ha chiarito, spetta a Moratti. L’Inter affronterà il Cesena senza diversi elementi, tra cui lo squalificato Julio Cesar e gli indisponibili Cordoba, Samuel, Stankovic e Sneijder. Dovrebbe rivedersi in campo dal 1’ Milito, protagonista di un’annata assai deludente, anche a causa di diversi problemi fisici. Al Manuzzi torna da avversario il giapponese Nagatomo, incensato dal tecnico del Cesena Ficcadenti: “Ritrovare Nagatomo mi fa piacere, sono felice per lui, per quello che sta facendo, è un ragazzo che merita”. Niente sconti, però; il Cesena è assetato di punti-salvezza, visto che il baratro del terzultimo posto è solo due lunghezze più giù. “L’assenza di Colucci ci porterà ad avere meno geometria ma più corsa – ha spiegato mister Ficcadenti – Bogdani (regolarmente convocato, ndr) valuterà nelle prossime ore se se la sente”.

Il Napoli deve invece rimettersi in carreggiata. Brucia ancora il doppio ko con Udinese e Palermo. Di fronte però avrà un Genoa in ottima condizione, reduce da due goleade contro Brescia e Lecce. Il gemellaggio tra i due club c’è ma rimane di solito confinato sugli spalti. In campo le due squadre hanno sempre dato vita a duelli all’ultimo respiro, con gli azzurri  che hanno spesso faticato contro il Grifone. All’andata decise Hamsik con un preciso colpo di testa. Per stasera Mazzarri potrebbe rilanciare Aronica dal 1′ e dare un turno di riposo a Maggio e Pazienza; in preallarme Zuniga e Yebda. Solito trio davanti, col rientro di Lavezzi. Il tecnico dei liguri Ballardini si è arrabbiato ieri in conferenza-stampa; basta con questi discorsi sulla lealtà sportiva, il Genoa scende sempre in campo per vincere, ha rivendicato. L’ex-mister laziale ha elogiato il collega Mazzarri, su cui c’è sempre l’ombra della Juventus. Ma adesso non è tempo di pensare al futuro; come dicono praticamente tutti, c’è la prima di 4 finali da affrontare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori