CALCIOMERCATO/ Inter, Moratti: Hazard? Lo seguiamo

- La Redazione

Il patron dell’Inter Moratti ha parlato ai giornalisti, che lo attendevano all’esterno degli uffici della Saras, e ha fatto il punto sulla stagione dell’Inter e sulle news di calciomercato.

moratti_r400-1
Massimo Moratti (foto Ansa)

Il patron dell’Inter Moratti ha parlato ai giornalisti, che lo attendevano all’esterno degli uffici della Saras, e ha fatto il punto sulla stagione dell’Inter e sulle news di calciomercato.

“Io spero che la squadra giochi per portare la Coppa Italia a casa – ha detto Moratti  come leggiamo sul sito ufficiale della società (www.inter.it) – Spero che vada bene anche se non sarà una partita facile, perchè per il Palermo in questo momento è troppo importante. Ho visto però i giocatori dell’Inter in crescita e quindi questo, forse, potrebbe essere il momento giusto. Sono sempre più in forma: ho visto molto bene Milito, e questo mi ha fatto molto piacere, Eto’o del quale però è anche inutile discutere e quindi mi sembra che sia il momento buono, speriamo sappiano esprimersi bene”.

Primo affondo sul calciomercato: novità su Hazard? Risponde Moratti: “Ho letto anch’io le dichiarazioni del giocatore, ma la mia era una battuta legata più a un discorso fatto in famiglia. È certamente uno dei giocatori che seguiamo, ma credo che ogni volta che se ne parla il suo prezzo diventi sempre più caro”.

Il patron nerazzurro dice di essersi complimentato con Mancini per la recente vittoria in FA CUP: “Gli ho mandato un messaggio e mi ha anche risposto. Sono contento per lui e credo che questa vittoria per lui possa essere come quella della Coppa Italia in Italia, cioè che possa essere l’inizio di un ciclo”.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAROLE DI MORATTI SULL’INTER

Il patron chiarisce che con il Milan è tutto risolto rispetto al caso Gattuso (“è finita con buon senso da tutte le parti. L’importante in certe situazioni è avere i tempi giusti”) e sulla situazione venutasi a creare in lega calcio dice: “se abbiamo sempre meno soldi da spendere, è chiaro che le prime a rimetterci sono proprio loro” (le piccole società n.d.r).

Battuta finale ancora sul calciomercato: “E’ il mio compleanno, e se mi regalassero un bel calciatore sarei proprio contento”. Un regalo di nome Hazard?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori