CALCIOMERCATO/ Inter, Sanchez aspetta una chiamata, i nerazzurri si fanno avanti

- La Redazione

L’attaccante dell’Udinese è tentato da un’esperienza all’estero, Manchester City e Barcellona in primis, ma sarebbe maggiormente propenso alla permanenza in Italia

sanchez_udin_R375x255_03apr10
Alexis Sanchez, attaccante Udinese (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO INTER – Torna d’attualità in casa Inter (se mai fosse passato di moda) il nome di Alexis Sanchez. L’attaccante esterno in forza all’Udinese è tentato da vicino da un’esperienza all’estero, Manchester City e Barcellona in primis, ma sarebbe maggiormente propenso alla permanenza in Italia. Sulle sue tracce vi sono l’Inter e il Napoli ma i nerazzurri sembrano pronti alla zampata decisiva. Lo ha ammesso fra le righe il direttore sportivo del club di corso Vittorio Emanuele, Piero Ausilio, intervenendo ai microfoni di Sky Sport: «Per Sanchez a novembre e dicembre ci abbiamo provato con il presidente Moratti e con Branca, sono stati bravi i dirigenti dell’Udinese a rinviare tutto per giugno. Rimane un ottimo giocatore, ma vedremo a giugno il da farsi, ormai la fine della stagione è vicina, vedremo. Adesso pensiamo alla finale di Coppa Italia, ci teniamo tanto, la stagione è positiva perché ricordiamoci che siamo campioni del Mondo in carica, chiuderla con la Coppa sarebbe una bella soddisfazione».

Si parla anche di Hazard, altro nome d’attualità in casa Inter: «Sanchez, Tevez e Hazard? Non parlo di percentuali. Se dicessi che non sono degli ottimi giocatori sarei un disonesto, conosciamo bene Hazard che è un giovanissimo talento, ma parlare per questi tre di trattative è esagerato al momento. Non abbiamo fatto un’offerta, è vero che più se ne parla e più sale il prezzo, ma non ho idea di quanto possa valere, qualsiasi giocatore che faccia un paio di gol e abbia degli articoli sui giornali non costi meno di 25 milioni, penso sia quello il prezzo ma non ne sono certo».

Infine il mercato in uscita: «Abbiamo tanti nomi che hanno un ruolo fondamentale per noi, ci sono delle certezze per il presente e il futuro dell’Inter, anche se è normale pensare che se qualcuno arriverà dovrà andare via qualcun altro, ma per questo mercato si tratterà semplicemente di ritocchi e nulla di più. L’extracomunitario? C’è solo una casella libera, speriamo che non ci spiazzino a stagione inoltrata come accaduto la scorsa stagione in cui hanno ridotto i due posti ad uno, se deve arrivare un cambiamento, che si faccia entro fine stagione per evitare spiacevoli sorprese».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori