CALCIOMERCATO/ Inter: Pastore piace, Hulk frena, Rolando da rivedere

- La Redazione

Javier Pastore è il pensiero fisso in casa Inter. Ma anche i gioielli del Porto riscuotono unanimi consensi dagli addetti ai lavoro di calciomercato internazionale.

Pastore_r400
Pastore (foto Ansa)

Javier Pastore è il pensiero fisso in casa Inter. Ma anche i gioielli del Porto riscuotono unanimi consensi dagli addetti ai lavoro. La squadra guidata da Villas Boas ha appena ottenuto un “triplete” di tutto rispetto: campionato, coppa nazionale e Uefa Europa League, e non sembra intenzionata a fermarsi. Il Porto non vorrebbe smantellare la squadra, ma la filosofia della società lusitana è sempre stata chiara: di fronte ad un’offerta appetibile non ci sono incedibili. L’Inter da tempo si muove sul centrocampista difensivo Fernando, visionato da Branca in persona nella recente finale europea di Dublino, ma è innegabile che anche l’attaccante Hulk (Givanildo Vieira de Souza) abbia impressionato gli uomini di mercato nerazzurri. Il procuratore dell’attacante aveva dichiarato, qualche giorno fa, dell’esistenza di molti club interessati al suo assistito, sbilanciandosi addirittura sulle possibilità concrete di Hulk di approdare a Milano. Ma oggi lo stesso attaccante brasiliano ha assicurato di essere felice al Porto e ha respinto l’idea di un trasferimento in Italia. Il giornale portoghese “Diario de Noticiàs” ha riportato le parole di Hulk: “La gente parla molto, ma non è mai uscito nulla dalla mia bocca. Ho rinnovato il mio contratto fino al 2016 e sono felice qui. Voglio solo chiarire che non ho mai detto di avere il sogno di giocare nel Milan o in qualsiasi altro club. Sarei un pazzo a cambiare squadra”.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO IN CASA INTER

Tutto fermo, dunque. Anche se l’ipotesi più probabile è quella che vede il centrocampista Rolando in nerazzurro, su cui sembra esserci la concorrenza di Juventus e Roma. Per Hulk bisognerà attendere: volontà del calciatore e richiesta economica della società stanno inducendo molti a cambaire strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori