CALCIOMERCATO/ Inter: ecco i nuovi scenari con Sanchez vicinissimo

- La Redazione

L’Inter ancora non è in vacanza. In casa nerazzurra si guarda con un pò d’ansia alla partita di domenica sera all’Olimpico, dove la squadra affronterà il Palermo.

moRATti_r400
Massimo Moratti darà il benservito a Ranieri? (Infophoto)

L’Inter ancora non è in vacanza. In casa nerazzurra si guarda con un pò d’ansia alla partita di domenica sera all’Olimpico, dove la squadra affronterà il Palermo nella finalissima della Coppa Italia 2011. Un pochino d’ansia dettata dalle ultime notizie giunte dall’infermeria nerazzurra: Cambiasso sicuramente out e con anche Sneijder probabilmente obbligato al forfait. La vittoria della competizione permetterebbe di mettere in bacheca il terzo trofeo stagionale (dopo SuperCoppa Italiana e Mondiale per Club) e di archiviare così una stagione non brillantissima ma comunque positiva. In casa Inter, incredibilmente, non si parla di toto-allenatore: la società nerazzurra ha deciso di confermare il tecnico Leonardo alla guida della squadra anche per la prossima stagione e le voci di mercato che parlano di un interessamento costante dell’Inter per Mourinho e Guardiola sono vissute con apparente distacco dal popolo nerazzurro. E, nel caso di Mourinho, con un pizzico di malcelata nostalgia. Con Leonardo saldamente in sella si guarda al mercato: la squadra ha un’età media piuttosto alta, alcuni giocatori chiave sembrano logori e la settimana di fuoco (Milan e Schalke) ha messo in evidenza lo stato fisico di una squadra giunta a pezzi agli appuntamenti decisivi della stagione. Ringiovanire, dunque, sembra essere la parola d’ordine del patron Moratti ai propri uomini di mercato: presi Giampaolo Pazzini (26 anni) e Andrea Ranocchia (23 anni) nel mercato di gennaio, ecco che i primi colpi di mercato in casa Inter sembrano essere il riscatto di Housseine Kharja (28 anni) e Yuto Nagatomo (24 anni), mentre l’affare Santon andrà valutato con calma. Il ragazzo, che aveva tanto ben impressionato con Josè Mourinho, è finito in prestito a Cesena, dove ha potuto giocare con tranquillità e costanza, crescendo molto anche sotto l’aspetto dell’autostima: l’Inter potrebbe, e probabilmente lo farà, riscattare Davide Santon e poi girarlo in prestito a qualche altra squadra, magari di rango superiore ai bianconeri di Ficcadenti. Ma Branca e colleghi guardano con interesse in particolare al Genoa, dato che la squadra del patron Preziosi ha nelle proprie file il gioiellino che tanto piace all’entourage nerazzurro: Mimmo Criscito (24 anni), per avere il quale sono in molti a presagire uno scambio che preveda il ritorno del Principe Milito nella Genova rossoblu. Non è fantamercato, dato che anche allo stesso Diego Milito un ritorno in un ambiente più tranquillo, dopo la strepitosa stagione dello scorso anno, potrebbe fare bene. Anche le voci di mercato che guardano in Portogallo meritano attenzione; sicuramente Fernando (centrocampista centrale molto difensivo) piace ai nerazzurri, che sono andati a vederlo di persona a Dublino nella finale di Uefa Europa League, ma da qui a dire che l’acquisto è cosa fatta ne corre parecchio: il ragazzo (25 anni) è forte e potrebbe essere più che utile in un ottica futura (Cambiasso e Stankovic non giocheranno per sempre) ma il Porto, notoriamente, non regala i propri giocatori. Per i lusitani gli affari di mercato sono semplicissimi: tutti cedibili, senza sconti, al miglior offerente.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO IN CASA INTER

Veniamo adesso al reparto avanzato: Hazard, Tevez e Sanchez sono nomi che vengono accostati quotidianamente ai nerazzurri. L’Inter è interessata realmente a tutti e tre i giocatori che, dal canto loro, hanno sempre detto di gradire l’Inter come destinazione finale: il problema è legato alla sfera economica. Pozzo ha appena rimandato al mittente un offerta per Sanchez di 35 milioni di euro (si dice del Manchester City) ritenendola insufficiente, l’argentino ne costa 40 e il talento belga del Lilla non meno di 25: per fare cassa bisogna vendere in casa Inter. Chi sono quindi i papabili per essere ceduti? Maicon e Milito non hanno più il mercato che avevano alla fine della scorsa stagione (Moratti si starà mangiando le mani) e solo Pandev (Napoli) e Coutinho sembrerebbero avere dei pretendenti.
Situazione non semplice dunque, tanto che l’impressione è che l’Inter tratterà quegli affari dove sarà possibile inserire i propri giovani della Primavera come contropartite tecniche. Chiudiamo con altri due grandi nomi: Montolivo e Pastore. Il viola ha detto che non rinnoverà con la Fiorentina: Inter, Milan e Juventus attendono il responso, anche se tutto lascia presagire un’asta al rialzo, mentre per Javier Pastore il discorso è semplicissimo. Costa parecchio (50 milioni di euro) e Zamparini lo vuole con sè, ma il patron rosanero comunque tratterà tutte le offerte che arriveranno. Anche se, per quella cifra, l’Inter punterebbe sull’attaccante dell’Udinese Sanchez.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori