CALCIOMERCATO/ Inter: Montolivo e Ilicic vicini, Maicon saluta

- La Redazione

La fresca vittoria della Coppa Italia ha archiviato una stagione tribolata, ma ha permesso di chiudere l’anno calcistico con una soddisfazione importante. E adesso si guarda al mercato.

Maicon_r400
Douglas Maicon (foto Ansa)

Qualcosa si muove in casa nerazzurra. La fresca vittoria della Coppa Italia ha archiviato una stagione tribolata, ma ha permesso di chiudere l’anno calcistico con una soddisfazione importante. E adesso si guarda al mercato, con ritrovata serenità. Ma andiamo con ordine e facciamo il punto della situazione. In porta la presenza di Julio Cesar per la prossima stagione resta un’incognita: il brasiliano sembra tentato dalla possibilità di fare un’esperienza in Inghilterra e ha nelle due squadre di Manchester delle grandi ammiratrici. L’Inter vorrebbe tenerlo (anche la sera della finale di Coppa Italia si è dimostrato decisivo) ma la società si starebbe comunque cautelando, cercando di avviare il più in fretta possibile i contatti, con il Bologna, per risolvere la comproprietà di Viviano. In difesa si punta forte su Ranocchia (arrivato a gennaio) e Nagatomo (che verrà riscattato dal Cesena per 6 milioni di euro), mentre c’è qualche difficoltà nel trovare un’intesa per il prolungamento del contratto di Lucio: ma in questo caso la ferrea volontà di entrambe le parti di proseguire insieme l’esperienza in nerazzurro, risulterà decisiva. Chivu resterà a Milano (il suo procuratore ha detto: “Christian ha ancora un anno di contratto e non vedo nessun tipo di problema per lui”), mentre Maicon è l’indiziato numero uno per lasciare l’Inter. Moratti ha parlato di un mercato che, inevitabilmente, sarà anche in uscita e il fatto che il procuratore del ragazzo abbia detto che “Maicon resta un pallino di Mourinho e il Real Madrid sta preparando una nuova offerta“, lascia pochi dubbi sul futuro prossimo del ventinovenne terzino destro. L’estate scorsa il Real offrì 23 milioni ma l’Inter ne chiedeva 30 e l’affare saltò. Oggi, per 23 milioni, si chiude. I soldi ricavati dalla cessione di Maicon andrebbero immediatamente reinvestiti sul mercato: la difesa necessita uno svecchiamento importante e Fernando del Porto sembrerebbe essere l’identikit perfetto del giovane talento cercato dall’Inter. Ma da Oporto tutto tace al momento. A centrocampo Zanetti, Cambiasso, Stankovic e Thiago Motta resteranno in rosa (nonostante gli acciacchi fisici che li hanno tormentati), mentre questa certezza non c’è per Snejider: l’olandese piace in Inghilterra e la proposta di Ferguson di uno scambio con Nani mette in crisi le certezze nerazzurre. Mariga e Coutinho sono indiziati per un prestito (che gli consenta di giocare di più e fare esperienza), mentre in entrata si fa un gran parlare di Montolivo e, da oggi, di Ilicic (Palermo). Il viola non ha intenzione di rinnovare con la Fiorentina e potrebbe essere messo sul mercato dai Della Valle, che vorrebbero evitare di vederlo partire a gratis a giugno 2012. L’operazione costa 15 milioni e l’Inter pare interessata: Montolivo è giovane e italiano, cosa che a Moratti ultimamente non dispiace, e andrebbe a ringiovanire un reparto (come detto prima) in là con gli anni e tormentato dai guai fisici. Ilicic è il nome nuovo: la finale di Coppa Italia è stata l’occasione per un contatto con il ventitrenne sloveno, che pare in disaccordo con la società rosanero per questioni di rinnovi contrattuali. Se il rapporto si rompe, l’Inter è pronta a stringere il cerchio con un’offerta da 12/13 milioni di euro. Giovane e forte, come anche il talentino francese Castaignos (classe 1992) già messo sotto contratto dall’Inter mesi fa).

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO SULL’INTER

In attacco la situazione è confusa. L’Inter ha parlato con Tevez (che verrebbe a Milano) ma preferisce Sanchez. E che il cileno vorrebbe venire all’Inter non è un mistero: le basi per un accordo ci sono, bisogna vedere se e come le richieste di Pozzo (35 milioni di euro cash) possano andare incontro a quelle di Moratti (15 milioni cash più una serie di contropartite tecniche). Da Torino, sponda Juve, fanno sapere di esserci anche loro su Sanchez, ma non solo, dicono di essere anche favoriti nella corsa al cileno. A leggere i giornali oggi, la Juventus sembra aver chiuso gli affari con Sanchez, Tevez, Aguero e Higuain: tutti sicuramente a Torino la prossima stagione. Le cose non stanno così: certo, l’azione di disturbo su Sanchez è sicuramente veritiera, ma il vantaggio che ha l’Inter nella trattativa sembra incolmabile. L’affare Hazard ha subito una frenata: il presidente del Lille deve decidere cosa fare e comunicarlo all’Inter. A quel punto gli uomini di mercato di Massimo Moratti decideranno il da farsi. Eto’o resta sicuramente a Milano. Questione Pastore: piace ma costa. Il prezzo (50 milioni di euro) è giudicato fuori mercato dall’Inter e, inoltre, le recenti dichiarazioni di Zamparini sull’Inter non fanno ben sperare per un accordo tra le due società.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori