CALCIOMERCATO/ Inter, Coutinho: un talento gestito male?

- La Redazione

Sembra ormai vicina la cessione di Coutinho. Il brasiliano, come gli ultimi rumors vogliono, dovrebbe lasciare a breve la Pinetina per “farsi le ossa” in una squadra medio-piccola

coutinho_inter_azione_R115_26ott10
Philippe Coutinho (Foto: Ansa)

CALCIOMERCATO INTER – Sembra ormai vicina la cessione (temporanea) di Coutinho. Il giovane brasiliano, come gli ultimi rumors vogliono, dovrebbe lasciare a breve la Pinetina per “farsi le ossa” in una squadra medio-piccola. All’Inter, purtroppo per lui, non vi è spazio. Chiuso da Wesley Sneijder e da probabili nuovi arrivi, per l’ex Vasco De Gama non resta altro che cercarsi una nuova sistemazione. L’ipotesi più probabile è il Chievo: «C’è un accordo di massima tra Inter e Sartori per un prestito – ha scritto il noto giornalista, Alfredo Pedullà, sulle pagine di Datasport – per Coutinho il Chievo è in pole, prestito secco e premio di valorizzazione, la possibilità di giocare con una certa continuità. Soltanto se emergessero situazioni nuove, al momento imprevedibili, lo scenario potrebbe cambiare».

Un talento che secondo il noto agente Fifa, Sabatino Durante, grande esperto di mercato brasiliano, non sarebbe stato gestito nel migliore dei modi: «Coutinho è il più grande classe ’92 che ci sia al mondo – ha detto senza peli sulla lingua a Goal.com – ha un talento straordinario. L’Inter ha sbagliato: se occupi con lui l’unica casella da extracomunitario vuol dire che lo ritieni pronto a giocare in prima squadra».

Durante ha proseguito nella sua disamina: «Poi, però, non puoi prendere un allenatore come Benitez che gioca senza trequartista. Come minimo deve essere l’alter ego di Sneijder, poi a gennaio prendi Kharja. Alla fine ha buttato via un anno».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori