CALCIOMERCATO/ Inter: Thiago Motta verso lo Zenit, fatta per Montolivo e si aspetta Sanchez

- La Redazione

La notizia di un Julio Cesar offerto alla Roma, circolata ieri nel tardo pomeriggio, ha fatto il giro di Milano in pochissimi minuti, preoccupando non poco il popolo nerazzurro.

cesar_JULIO_R400
Julio Cesar ha subito 9 gol nelle ultime tre partite (Infophoto)

La notizia di un Julio Cesar offerto alla Roma, circolata ieri nel tardo pomeriggio, ha fatto il giro di Milano in pochissimi minuti, preoccupando non poco il popolo nerazzurro. La notizia è stata poi seccamente smentita da più parti, come anche Filippo Tramontana (opinionista tv e tifoso) e Dario Canovi (noto agente di calciomercato) avevano detto al nostro sito, subito dopo che la notizia era iniziata a circolare. Il rumors di mercato raccontava di un’offerta che sarebbe stata avanzata dallo stesso entourage nerazurro alla Roma, in quanto l’Inter sarebbe stata propensa a puntare su Viviano per la prossima stagione. Tutto risolto oggi, il brasiliano resterà a Milano e l’affare Viviano non deve ingannare: il giovane portiere della Nazionale (in comproprietà con il Bologna) verrà probabilmente riscattato dall’Inter, che ha intenzione di lasciarlo a maturare in altre squadre fino al momento in cui toccherà a lui diventare il titolare a Milano. Questa notizia è indice comunque di un mercato in movimento, cui l’Inter dovrà guardare innanzitutto in uscita. I papabili alla partenza parrebbero essere Maicon e Mariga, con il brasiliano destinato a raggiungere Mourinho a Madrid e il kenyota che, deluso dalle poche apparizioni in nerazzurro, starebbe valutando due ipotesi: l’Aston Villa in Premier League o il Napoli in Italia, destinazione che permetterebbe al giovane giocatore di ritagliarsi uno spazio anche in Champions League. Trattative al momento non ce ne sono, diciamo che si parla di sondaggi informativi di queste due società. Anche Sneijder potrebbe essere un sacrificabile eccellente: il Manchester United è sempre interessato allo scambio con Nani e dà una valutazione economica molto alta all’olandese, cosa che potrebbe indurre Moratti ad un sacrificio dal punto di vista tecnico e umano, per portare a casa una bella iniezione di liquidità. Un altro giocatore finito nel mirino dello Zenit San Pietroburgo di Luciano Spalletti sembrerebbe essere Thiago Motta, ventinovenne centrocampista ex Genoa, che piace molto alla società russa. Addirittura sono rimbalzate le cifre dell’offerta: 15 milioni di euro, a cui l’Inter difficilmente potrebbe dire di no. Il procuratore Dario Canovi ha rilasciato qualche dichiarazione sibillina (“L’Inter forse non si rende conto fino in fondo del valore del giocatore. Non so se rimarrà all’Inter, lo accerterò nei prossimi giorni”) e l’ipotesi più probabile resta un faccia a faccia tra società ed entourage del giocatore per capire quali siano le reciproche volontà ed esigenze. Questi sono i fronti su cui si lavora in uscita, mentre in entrata le voci si sprecano. Ci concentreremo su quattro nomi: Sanchez, Mata, Ilicic e Montolivo. Il cileno è al centro delle voci di mercato da mesi e mesi, ma la situazione non si sblocca. Pozzo chiede 35 milioni e Moratti sarebbe propenso ad offrirne 15/20 più una serie di contropartte tecniche, che però Pozzo non ha interesse a portarsi in casa. La volontà del giocatore è chiara (“Ho parlato del mio futuro con la dirigenza. All’Udinese sono felice, ma resto una persona ambiziosa. Leggo i giornali e sono contento di vedere il mio nome accostato a tanti grandi club. Tutto dipende dalla mia società, da quello che vogliono e dalle offerte che arrivano. Mi sento pronto per affrontare grandi sfide, lavoro per diventare un top player e per vincere trofei: in Italia, però, più che in altri posti”) ma la differenza tra domanda e offerta è al momento ancora troppo ampia. Il secondo nome di cui diamo conto è quello di Montolivo: secondo indiscrezioni del giornalista Franco Rossi, Riccardo Montolivo avrebbe già raggiunto l’accordo con i nerazzurri. Manca quello tra le due società, ma a meno che Della Valle non voglia perderlo gratis tra un anno, trovare un accordo non sarà difficile. Il prezzo dell’affare? Tra i 10 e i 12 milioni di euro.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO IN CASA INTER

Eccoci a Ilicic, talentino del Palermo di Zamparini. Il patron considera tutti incedibili tranne Pastore, che però valuta circa 50 milioni di euro. Zamparini dice no, ma l’agente nicchia (“Non ho avuto contatti con il club nerazzurro, ma sono certo che il mio assistito sia un calciatore da Inter e che nella squadra di Leonardo possa stare benissimo. Io sono in Italia e venerdì mi vedrò con il Palermo per allungare fino al 2016 e adeguare il contratto di Ilicic. Inoltre verrà inserita una clausola rescissoria attorno ai 20 milioni di euro”) e l’affare potrebbe davvero intavolarsi. Resta un fattore statistico che gioca contro l’Inter: Zamparini non ha mai venduto niente e nessuno a Moratti in più di quindici anni. Potrebbe essere la volta buona? Infine due parole su Mata: Juan Manuel Mata Garcia, 23enne centrocampista del Valencia, sembrerebbe essere il nome nuovo sul taccuino degli uomini mercato di Moratti, alla ricerca di talenti dotati di piedi buoni e soprattutto dalla giovane età, dato che l’età media della squadra è piuttosto alta. Fino a qualche giorno fa si parlava molto anche di Banega del Valencia, pista che adesso sembra essersi raffreddata un pò. Ma la pista spagnola resta calda: qualcuno arriverà.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori