CALCIOMERCATO/ Inter, Eto’o pronto all’addio! Tevez? Difficile secondo Tirri (esclusiva)

- La Redazione

Eto’o è pronto all’addio, spetta ora ad Inter e Anzhi trovare l’accordo. Difficile invece che il City si privi di Tevez. Se il camerunense parte, Sneijder resta: ecco Tirri in esclusiva…

Sneijder_EtooR400
Snejder ed Eto'o protagonisti della rimonta Inter (Foto: Ansa)

I tifosi dell’Inter possono quasi rassegnarsi. Samuel Eto’o “sembra intenzionato ad accettare la proposta dell’Anzhi”. Ce lo ha confidato, in esclusiva per IlSussidiario.net, il noto agente Fifa Peppino Tirri, il quale, però, si è sentito in dovere di precisare: “Ho detto che ‘sembra’ intenzionato, nel senso che appare orientato ad accettare, ma che poi l’affare debba necessariamente chiudersi, questo è tutto un altro discorso. Parliamo di cose molto importanti – sottolinea – ma finchè non c’è la firma, non si può considerare chiuso nulla”. Com’è logico in queste situazioni, Tirri preferisce non sbilanciarsi. Mai dare nulla per scontato nel calciomercato, è questo il suo motto, frutto di tanti anni di esperienza. C’è la sua regia, tra l’altro, dietro trasferimenti eccellenti come quelli di Sneijder, Cambiasso e Samuel, arrivati all’Inter dopo essere stati frettolosamente scartati dal Real. Insomma, Tirri è uno che ne ha viste tante. “Su Eto’o è prematuro fare previsioni”, ci dice, facendoci capire comunque che “la trattativa sta procedendo”. La volontà del giocatore, come detto, sembra esserci, e usiamo molta cautela, come da lui consigliato, su quel ‘sembra’ che non è ancora un ‘è’. Adesso la palla passa ad Inter e Anzhi: “Si devono sentire le società, sono loro che dovranno mettersi d’accordo”. A quando il vertice decisivo? Secondo alcune indiscrezioni circolanti in queste ore, potrebbe esserci già oggi la svolta, ma Tirri smentisce: “Non è stato fissato alcun giorno”. Massimo riserbo, quindi, ma i contatti procedono febbrilmente. Ipotizzando come molto probabile la partenza di Eto’o, potrebbe essere Carlos Tevez il suo erede. L’uomo che avrà l’immane compito di provare a far dimenticare il camerunense ai tifosi dell’Inter. Un altro affare molto complesso, che sta monopolizzando l’attenzione di tifosi ed operatori di mercato. Può essere l’Apache l’erede del fuoriclasse l’africano? Tirri non sembra troppo convinto: “Mi pare difficile che il City lo ceda. Gli inglesi chiedono 45 milioni per lasciarlo partire. Chissà, forse, se abbassassero le pretese…”. Moratti sta lavorando alla pista del prestito oneroso ma bisogna vedere cosa ne penserà lo sceicco Mansour. Di certo, la volontà del giocatore c’è: Tevez è arcistufo di Manchester e, anche se ha ripreso ad allenarsi con la squadra, resta comunque intenzionato a partire. In casi come questi, però, come ci conferma Tirri, la volontà dell’atleta, da sola, non basta. Il passo decisivo dovranno farlo i club interessati.

Eto’o via e Tevez non arriva; siamo ancora nel campo delle probabilità ma, per gli interisti, sembra un quadro a tinte fosche. Anzi, nerissime. A rischiararlo arriva una piccola consolazione. Un parere (“E’ solo una mia opinione”, precisa) di Tirri sulla ventilata cessione di Sneijder in Inghilterra, allo United o al City: “Secondo me alla fine l’olandese resterà a Milano. Se Eto’o dovesse partire, non credo che assisteremo ad un nuovo addio…”. Un piccolo bagliore di luce. Il tifoso della Beneamata, forse, può respirare.

 

(Alessandro Basile)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori