CALCIOMERCATO/ Inter, Eto’o-Anzhi: qualcosa non quadra…

Non è stato raggiunto l’accordo fra l’Inter e l’Anzhi per la cessione di Samuel Eto’o. Il nuovo ’appuntamento è fissato a data da destinarsi: ballano 8 milioni

18.08.2011 - La Redazione

– Non è stato raggiunto l’accordo fra l’ Inter e l’Anzhi per la cessione di Samuel Eto’o. Ieri la delegazione russa ha fatto visita nel capoluogo lombardo incontrando dapprima l’entourage dell’attaccante camerunese e quindi la dirigenza dei campioni del mondo. Le trattative di mercato sono proseguite anche nel corso della nottata. Presenti ai vari meeting i vertici dell’Inter, con Marco Branca, direttore dell’area tecnica in primis, nonché l’avvocato di Eto’o, Claudio Vigorelli e il legale Ziliani. grande protagonista di questa trattativa anche Peppino Tirri, l’agente Fifa che dal primo giorno sta facendo da intermediario e sta giocando un ruolo decisivo. In serata, dopo ore di trattative, sembrava che l’operazione stesse per chiudersi, tanto da far sbilanciare gli emissari russi che si erano detto vicinissimi a un accordo con l’Inter, pronti a portare il giocatore in Russia giàè nella giornata di venerdì. In realtà, la situazione sarebbe ben più complessa di quella che in un primo momento potesse apparire. vi sarebbe infatti un divario di ben 8 milioni di euro fra l’offerta del club del Daghestan, pari a 22 milioni di euro, e le richieste dei nerazzurri, 30 milioni. Il numero uno di corso Vittorio Emanuele, Massimo Moratti, non intende cedere in sconto il gioiello africano e non vuole indietreggiare rispetto alla posizione di partenza. La sensazione, in realtà, è che si possa trovare un’intesa a metà strada, magari attorno ai 27 milioni di euro più bonus, alla luce anche dell’accordo raggiunto fra Eto’o e la squadra. Le parti stanno continuando aggiornarsi anche nella giornata odierna anche se il dt nerazzurro, in serata, aveva voluto smentire ogni continuazione della trattativa, lasciando trapelare una certa insoddisfazione per la piega che sta prendendo il negoziato tra l’Inter e l’Anzhi. I Russi si sentono appunto forti dell’accordo che hanno raggiunto direttamente col giocatore, un accordo economicamente pesante da 60 milioni netti in tre anni. E quindi non vogliono farsi prendere al collo dai nerazzurri. Sembra molto difficile, comunque, che l’operazione salti, soprattutto dopo una trattativa di così lunga durata e dopo un viaggio di diverse ore della stessa delegazione russa. Da come si mormora, infatti, lo stesso Eto’o avrebbe già fatto imbarcare la propria collezione di fuoriserie per la Russia e il sito Football365 avrebbe raccolto le dichiarazioni dell’ex blaugrana che pare abbia sibilato: «Vado all’Anzhi, non ho più niente da dare all’Inter». Il Club di Moratti non può permettersi di non monetizzare da questa operazione anche perchè il futuro del mercato nerazzurro, e quindi i possibili innesti di Forlan, Lavezzi e Tevez, dipende anche dai soldi che usciranno da questa trattativa. Il patron nerazzurro è stato molto chiaro: quest’anno il calciomercato verrà finanziato dalle cessioni. In attesa di novità dal fronte Eto’o intanto l’Inter ha prolungato il contratto…

…di Lucio. Il difensore capitano del Brasile sembrava vicino all’addio ma nella giornata di ieri ha raggiunto l’accordo fino al 2014.L’Inter, sempre nella giornata di ieri, ha infine tesserato il giovane paraguaiano Alborno, per lui contratto fino al 2016. Dopo Jonathan, Castaignos e Ricky Alvarez, i campioni del mondo si assicurano un altro giovane ragazzo di prospettiva.di Lucio. Il difensore capitano del Brasile sembrava vicino all’addio ma nella giornata di ieri ha raggiunto l’accordo fino al 2014.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori