SCUDETTO SERIE A/ Beretta: Milan in pole, segue l’Inter. Juventus e Napoli un gradino sotto (esclusiva)

In esclusiva a Ilsussidiario.net intervista a Mario Beretta, tecnico italiano che ha parlato del momento delle tre squadre italiane, ovvero Inter, Milan e Juventus.

19.08.2011 - La Redazione
allegri_felice_R400_7mag11
Allegri (Ansa)

Ieri il Trofeo Tim ha messo di fronte le tre grandi squadre del calcio italiano, ovvero Milan, Inter e Juventus. Allo stadio San Nicola di Bari ci sono state grandi emozioni e soprattutto spunti importanti per capire come stanno le tre Big del calcio italiano a a otto giorni dal debutto in campionato. Ha vinto l’Inter ma la squadra di Gasperini è ancora un cantiere aperto mentre Juventus e Milan, nonostante la sconfitta, hanno dimostrato buone cose. La Juventus ha messo in mostra un Vidal scintillante e un Vucinic che ha ribadito il feeling con il gol. In esclusiva a Ilsussidiario.net abbiamo intervistato Mario Beretta, tecnico italiano con grande esperienza, che ha analizzato il momento delle tre società facendo anche una piccola griglia che riguarda il discorso Scudetto.

Il Trofeo Tim ha potuto dare spunti importanti ai tecnici di Milan, Inter e Juventus?

Penso di si perchè siamo a otto giorni dall’inizio del campionato. In particolare ci sono considerazioni importanti su Inter e Juventus, ovvero le due società che hanno cambiato tecnico, mentre il Milan è ormai collaudato.

I rossoneri sembrano avere qualcosa in più degli avversari, è d’accordo?

Certamente anche perchè si conoscono bene, hanno mantenuto lo stesso tecnico.

Qualcuno però ha consigliato l’acquisto di un centrocampista e di un vice Ibrahimovic…

Analizzando la rosa del Milan non sono così sicuro che serva un attaccante, si rischierebbe di avere problemi nella gestione dei giocatori. A centrocampo forse qualcuno potrebbe far comodo ma non vedo una grande urgenza.

I tifosi non si spiegano la cessione di Pirlo…

Si tratta di un discorso che riguarda l’allenatore, Allegri predilige avere un centrocampista di quantità davanti alla difesa e Van Bommel è perfetto.

Boateng meglio a centrocampo o come trequartista?

Lui nasce come centrocampista ma lo scorso anno Allegri lo ha inventato trequartista con grandi risultati.

Milan favorito per lo Scudetto?

Assolutamente si, è la squadra da battere anche perchè ha vinto il campionato. Ma sarà un campionato equilibrato.

L’Inter è un cantiere aperto, Gasperini continua a puntare sulla difesa a 3, è giusto?

Gasperini è un ottimo allenatore che ha un proprio modo di lavorare. Certo non è facile immagazzinare i movimenti della difesa a tre per i difensori nerazzurri che hanno giocato e vinto tanto con la difesa a quattro.

Il reparto difensivo dell’Inter ha i giocatori giusti per giocare a tre dietro?

Credo di si, Chivu ad esempio può giocare nei tre di difesa, lo stesso vale per Lucio, Ranocchia e Samuel. Credo ci sia bisogno solo di tempo.

La partenza di Eto’o quanto può incidere sul cammino italiano ed europeo dell’Inter?

Eto’o è sicuramente un grande calciatore, ma l’Inter sono sicuro che lo sostituirà degnamente.

Sneijder regista o trequartista?

Meglio trequartista dove può servire assist invitanti ai suoi compagni di squadra.

L’Inter ha bisogno più du un esterno d’attacco o di un centrocampista?

Entrambi, perchè in attacco qualcuno dovrà arrivare mentre a centrocampo farebbe bene un rinforzo in più per Gasperini.

In chiave scudetto dove potremmo collocare l’Inter?

Vicino al Milan con i rossoneri leggermente in vantaggio.

Ieri Conte ha provato due schemi, il 4-2-4 e il 4-3-3, quale modulo si addice di più alla Juventus?

Opterei per il 4-3-3 anche perchè darei spazio a Marchisio e proteggerei maggiormente Pirlo. In attacco ci sarebbe un tridente con Krasic, Vucinic e Matri. Ma Conte ama giocare con il 4-2-4.

Cosa manca alla Juventus?

Ci vorrebbe qualche esterno in più soprattutto a sinistra visto che il tecnico bianconero basa il proprio gioco sugli esterni.

Alla Juventus manca un difensore di grande spessore?

Non credo con Chiellini e Bonucci i bianconeri stanno bene.

Le piace Vidal?

Molto, è un ottimo elemento, certo non ci possiamo aspettare grandi cose al primo anno in Serie A. Sarà anche un campionato meno affascinante ma sicuramente è il più difficile.

Juventus assieme a Napoli e Lazio nel discorso Scudetto?

Le milanesi hanno qualcosa in più, i bianconeri assieme al Napoli dovranno inseguire. La Lazio un gradino sotto.

Quando rivedremo Beretta in panchina?

Appena mi sarà data un’opportunità, ora è presto le squadre sono pronte a partire.

 
(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori