CALCIOMERCATO/ Inter su Kakà. 30 milioni di euro il costo del cartellino

Il quotidiano sportivo Marca è sicuro: l’Inter ha identificato nell’ex rossonero Kakà l’uomo ideale per il proprio centrocampo. 30 milioni di euro la richiesta del Real Madrid.

22.08.2011 - La Redazione
kaka_real_R400_5ott10
Kakà (foto Ansa)

Nella giornata che potrebbe portare Samuel Eto’o all’Anzhi e Diego Forlan a Milano, Il quotidiano sportivo spagnolo “Marca” sgancia la bomba di mercato dell’estate 2011: l’Inter piomba prepotentemente su Ricardo Kakà. Secondo quanto scritto dal giornale iberico – storicamente molto vicino alle vicende del Real Madrid – le merengues avrebbero programmato un faccia a faccia con il direttore dell’area tecnica nerazzurra, Marco Branca, per parlare proprio del Pallone d’Oro ex Milan. Il brasiliano, che ha saltato la recente Coppa America, non trova più spazio nell’undici di Josè Mourinho e sarebbe stato ufficialmente messo sul mercato, anche perchè lo stipendio percepito – 9 milioni di euro netti a stagione – grava in maniera importante sulle finanze del club. Il prezzo del cartellino di Kakà si aggira attorno ai 30 milioni di euro e la cessione a titolo definitivo è l’unica possibilità che interessa a Florentino Perez, che non vuole sentir parlare di prestiti, riscatti, controriscatti e contropartite tecniche. Il Real chiede e vuole 30 milioni cash, per far rientrare in parte la cifra spesa – 70 milioni di euro – solamente due estati fa. Economicamente l’Inter – soprattutto quando verrà ufficializzata la partenza di Samuel Eto’o – non avrebbe problemi ad accontentare le richieste del club spagnolo, ma non tutti a Milano sono convinti dell’utilità tattica di Kakà, che potrebbe tornare utile esclusivamente nel momento di un’eventuale partenza di Wesley Sneijder. Qui però si rischia di addentrarsi nel campo del fantamercato, soprattutto perchè il patron nerazzurro sa bene che la piazza non gradirebbe affatto una doppia clamorosa cessione di questa portata. Eppure in Spagna ci credono non poco e sono convinti che l’aria milanese potrebbe giovare non poco allo stesso Kakà, che sul prato del Meazza ha scritto pagine gloriose della propria storia e di quella del Milan di Ancelotti. Per completare il quadro della situazione-Kakà non ci si può di certo dimenticare del Milan. Anche il Diavolo potrebbe infatti effettuare un tentativo per riportare in Italia il “figliol prodigo” e ieri il presidente Silvio Berlusconi, presente allo stadio San Siro per assistere alla sfida MilanJuventus per il Trofeo Berlusconi, ha fatto capire che se vi fossero le possibilità il verdeoro potrebbe rivestire la casacca dei campioni d’Italia. Una trattativa di mercato che potrebbe prendere corpo nella battute finali del calciomercato estivo che volge ormai verso il gran finale. All’orizzonte si profila dunque un derby di mercato mozzafiato, che ha al centro del mirino un idolo rossonero ma pupillo del presidente dell’Inter. E c’è da scommettere che nè Moratti nè Berlusconi vorranno perdere questo derby.

Il ritorno a Milano di Kakà avrebbe davvero del clamoroso, a prescindere da quale sponda del Naviglio sceglierà per accasarsi. Resta il fatto evidente che entrambe le formazioni milanesi sono ancora alla ricerca di almeno uno/due innesti per completare la rosa. Se il Milan sembra tuttavia già competitivo così, l’Inter pare decisamente bisognosa di puntellare la rosa: ieri il tecnico Gasperini è stato chiaro, chiedendo rinforzi urgenti a Massimo Moratti. Che il primo tassello chiamato a ricostruire la gloria dell’Inter possa essere un idolo del popolo rossonero?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori