CALCIOMERCATO/ Inter, è già sfumato Kuyt?

Dirk Kuyt ha intenzione di rimanere al Liverpool. L’olandese, scelto dall’Inter come obiettivo per la fascia sinistra, ha espresso la volontà di continuare la sua avventura in Inghilterra

23.08.2011 - La Redazione
dirk_kuyt_r400
Dirk Kuyt (foto ANSA)

In casa Inter il nome di Dirk Kuyt era tornato d’attualità nella giornata di ieri. Si sa che la squadra nerazzurra, dietro indicazione di Gasperini, è alla ricerca di esterni d’attacco, ragion per cui è ritornata in auge la candidatura dell’olandese, già inseguito ai tempi di Benitez. La pista, appena riaperta, sembra però già essersi richiusa. E’ stato lo stesso Kuyt, ai microfoni di Voetbal International, a dichiarare la sua intenzione di rimanere al Liverpool. La panchina nella gara d’esordio dei Reds in Premier, contro il Sunderland, non lo ha scosso più di tanto, anche perché nella gara successiva, sul campo dell’Arsenal, la maglia da titolare è ritornata sulle sue spalle. “L’Inter? Per quanto ne so io non c’è nulla di vero in questa storia”, ha sottolineato il giocatore, che si è detto molto felice di essere al Liverpool. Del resto, appena tre mesi fa, come ha precisato, il suo contratto è stato prolungato per altri due anni. Dunque, l’intenzione di andarsene non c’è proprio. “Forse la gente pensa che io voglia andarmene a causa dei nuovi acquisti, ma non funziona con me”, ha detto Kuyt con un certo orgoglio. A suo avviso, avendo il Liverpool allestito una rosa ampia e di qualità, può capitare a tutti di finire in panchina ma nessun dramma dev’essere fatto per questo. Un piccolo spiraglio per una sua partenza, in realtà, ci sarebbe. “Nel calcio le situazioni possono cambiare ogni giorno”, ha detto Kuyt. Lo sa bene l’Inter, alle prese con l’imminente partenza di Eto’o, che già oggi dovrebbe passare ufficialmente all’Anzhi. Le cose cambiano in fretta ed anche un giocatore che pareva inamovibile fino a qualche mese fa è stato costretto, in un certo senso, a fare le valigie. Il fairplay finanziario preoccupa non poco Massimo Moratti, desideroso di riportare i conti in ordine. I tifosi nerazzurri, però, non temano. L’erede del camerunense arriverà presto, con Diego Forlan in pole nella lista di candidati. A Gasperini, prima di tutto, serviranno un paio di attaccanti esterni. Sfumato o quasi Kuyt, si farà un nuovo tentativo per Palacio, cercando di convincere quell’osso duro di Preziosi. Resta sempre in piedi, inoltre, la pista che porta ad Ezequiel Lavezzi, ritenuto ideale per il 3-4-3 del Gasp. Per far volare quest’Inter c’è bisogno di nuove ali.

Il sacrificio di Eto’o si è reso necessario ma adesso non si può proprio mollare. C’è una supremazia da strappare ai cugini del Milan…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori