CALCIOMERCATO/ Inter, Mancini ‘trattiene’ Tevez

Si allontana per l’Inter la pista che porta a Carlos Tevez. Mancini ha escluso che l’argentino possa partire con la formula del prestito, come preferirebbe Massimo Moratti…

23.08.2011 - La Redazione
carlos_tevez_r400-1
Carlos Tevez (foto ANSA)

Sono ore cruciali per il mercato dell’Inter. L’ufficialità del passaggio di Samuel Eto’o all’Anzhi potrebbe arrivare da un momento all’altro. Con l’addio, ormai scontato, del camerunense, partiranno le ultime, decisive manovre della campagna acquisti nerazzurra. Gasperini è stato chiaro, vuole altri 2-3 innesti per completare la rosa. Servono un centrocampista centrale ed un paio di attaccanti esterni. In queste ore si sta tentando il doppio assalto col Genoa per Kucka e Palacio, due giocatori ritenuti fondamentali per gli schemi del Gasp. Su Casemiro, invece, sembra essere passata in vantaggio la Roma. Quanto alle ali, restano stabili le quotazioni di Lavezzi, anche se non sarà facile convincere De Laurentiis. Il patron del Napoli vuole i soldi della clausola rescissoria del Pocho, vale a dire 31 milioni. Secondo il collega Ciro Venerato, intervenuto ieri in esclusiva ai nostri microfoni (leggi qui), è probabile che ne possano bastare anche 26-27, di milioni, per strappare l’argentino a Mazzarri, che di certo farà di tutto per opporsi alla sua cessione. Sfumato o quasi Kuyt, che ha assicurato di voler restare al Liverpool, rimane ancora in piedi la pista che porta a Carlos Tevez. E’ possibile che nelle prossime ore, una volta conclusa l’operazione Eto’o, Moratti torni alla carica per l’Apache e per Forlan, in modo da far dimenticare ai tifosi, con un doppio colpo, la dolorosa cessione del camerunense. Quanto a Tevez, però, c’è da registrare la chiusura, piuttosto netta, da parte di Roberto Mancini, tecnico del Manchester City. Lo jesino, intervenuto ai microfoni di Extra Time, inserto della Gazzetta, ha ammesso che l’argentino “ha chiesto di andare via”, ma non verrà svenduto, né tantomeno “andrà via in prestito”. Di Sneijder, invece, non avrebbe mai parlato con Moratti. Insomma, la strada per arrivare a Tevez si fa tutta in salita. Il piano della società nerazzurra era proprio quello di prenderlo in prestito con diritto di riscatto, evitando così di spendere per intero i 40-45 milioni di euro richiesti dal City. Una cosa è certa, in ogni caso. Per effetto domino, appena verrà ceduto Eto’o, le manovre dell’Inter subiranno un’impennata, giocoforza. Forlan, Tevez, Lavezzi, Palacio; tanti i nomi in ballo, tante le trattative. Alcune rimarranno un bel sogno, altre

Si realizzeranno. Mentre Gasperini freme. L’ex-tecnico del Genoa non vede l’ora di dimostrare il suo valore alla guida di una big. Ma per farlo, devono prima completargli l’organico…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori