CALCIOMERCATO/ Inter, Forlan e Poli ok, ma da Moratti si aspetta il top-player

L’Inter si sveglia dal sonno profondo e centra due colpi in poche ore. Stiamo parlando naturalmente di Andrea Poli, giovane regista della Sampdoria, e di Diego Forlan

30.08.2011 - La Redazione
Forlan_R375_13mag10
Forlan (Foto:Ansa)

L’Inter si sveglia dal sonno profondo e centra due colpi in poche parole. Stiamo parlando naturalmente di Andrea Poli, giovane centrocampista/regista della Sampdoria e Diego Forlan, esperto attaccante dell’Atletico Madrid e della nazionale uruguagia. I due volti nuovi andranno a rinforzare lo scacchiere di Gasperini. Poi, mente ancora risuona nelle orecchie la solita tiritera del mercato chiuso, i nerazzurri mettono a segno un nuovo colpo. E’ Lorenzo Tassi, sedici anni, proveniente dal Brescia. Un acquisto di prospettiva, che in modo indiretto risponde all’ingaggio del giovane El-Shaarawy da parte del Milan. E da più parti si vocifera che il mercato dell’Inter possa anche non chiudersi qui, anche se i segnali in tal senso che provengano dalla dirigenza sono decisamente flebili. Il tecnico ex-Genoa chiedeva un regista di qualità per il suo 3-4-3 nonché un altro attaccante che possa sostituire, seppur in parte, Samuel Eto’o, e nel contempo darsi il cambio con Diego Milito nell’affiancare Pazzini. Rilevante in particolare il colpo uruguagio sia per l’aspetto economico, essendo costato solamente 5 milioni di euro, quanto per la sua duttilità visto che l’ormai ex-Colchonero può giocare sia come prima punta che come seconda, portando palla e innestando il compagno d’attacco. Un giocatore, inoltre, che vasta una discreta esperienza internazionale, distribuita fra la Celeste, nonché Manchester United, Villarreal e appunto Atletico Madrid. Ma ora, a poco meno di 48 ore dalla chiusura definitiva del calciomercato estivo 2011, i tifosi chiedono e sperano nell’arrivo di un grande big. Tutto è però legato alla situazione di Sneijder che ha rilasciato alla tv olandese nella serata di ieri alcune dichiarazioni che sembrano toglierlo dal mercato. Tuttavia è lui il nodo tattico ed economico del mercato dell’Inter. Si brama ancora in particolare lo sbarco del “vero” sostituto di Samuel Eto’o. In cima alla lista degli indiziati c’è il solito Carlitos Tevez. Purtroppo però da Manchester non arrivino notizie positive, anzi, non arrivano proprio nuove: senza i soldi di una cessione di Sneijder pare proprio che l’affare non si possa concludere. L’Inter continua infatti ad essere ferma sulla propria proposta di prestito con diritto di riscatto mentre i Citizens chiedono la cessione a titolo definitivo. Altro nome caldissimo in quel di corso Vittorio Emanuele è Maurito Zarate, attaccante in rotta con la Lazio e in partenza da Formello. Ma anche qui la situazione è molto simile a quella descritta per Tevez, anche se Lotito potrebbe accettare anche una cessione in prestito nel caso in cui ci fosse un obbligo di riscatto adeguatamente elevato. Infine c’è l’ipotesi Ezequiel Lavezzi, sogno mai nascosto del patron interista Massimo Moratti. Ieri l’amministratore delegato Ernesto Paolillo,ha smentito che l’affare Pandev sia una sorta di “anticipo” per arrivare ad un big del Napoli ma è chiaro che l’ipotesi rimane viva almeno finche il mercato non chiuderà.

La cosa certa è che qualora De Laurentiis dovesse decidere di mettere in vendita uno dei suoi gioielli, l’Inter (e anche questo verrà smentito) avrà un canale preferenziale rispetto alle concorrenti, Milan e Marek Hamsik avvisati…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori