CALCIOMERCATO/ Inter, Baggio, prima allenatore poi dirigente con Guardiola allenatore

- La Redazione

Nel vortice di tensioni e delusioni di casa Inter ci sono già i nomi per il post Gasperini. Baggio subito e poi Guardiola dal 2012 con l’ex Divin Codino come dirigente.

Guardiola_R375_22dic08
Guardiola (ansa)

Nel vortice di tensioni e delusioni di casa Inter ci sono già i nomi per il post Gasperini. L’allenatore nerazzurro ha a disposizione un solo risultato domani sera contro la Roma, ovvero la vittoria. Non saranno ammessi ulteriori passi falsi, su tre partite ufficiali sono arrivate altrettante sconfitte. Di certo in caso di ennesima delusione il destino dell’ex allenatore del Genoa sarebbe segnato. Le ipotesi per il dopo Gasperini sono tante, ma quella che prende sempre più corpo è l’idea Roberto Baggio, attuale presidente del settore federale della Figc, in possesso del patentino di allenatore. Per l’ex Divin Codino sarebbe la prima esperienza da allenatore, ma l’ambiente Inter lo conosce bene, i tifosi sono molto legati a Baggio e il presidente stravede per l’ex leggenda del calcio italiano. Baggio però potrebbe rimanere alla guida dell’Inter fino a giugno. Come rivela Tuttosport Moratti gli proporrà due ruoli: quello dell’allenatore con un progetto pluriennale o quello di dirigente dell’area tecnica al posto di Marco Branca. Si, perchè la prima rivoluzione di Moratti avverrà soprattutto in dirigenza. Fuori coloro che in questo mercato estivo, e non solo, hanno fatto molti errori, basti pensare alla vicenda Forlan. Dentro Baggio che potrebbe essere il braccio destro di Moratti e decidere sul futuro del nuovo tecnico nerazzurro. Proprio grazie a Baggio si potrebbe arrivare al sogno di Massimo Moratti, ovvero Pep Guardiola, allenatore del Barcellona che ha il contratto in scadenza. Qualche giorno fa il diretto interessato ha parlato per la prima volta di un suo possibile addio: “Il Barcellona vincerà anche senza di me”. A molti è sembrato il primo passo verso l’addio. Guardiola piace da sempre a Moratti che dopo aver vinto tutto con Mourinho vorrebbe vincere anche con Guardiola magari praticando un calcio spettacolare come quello del Barcellona. Ovviamente niente è scritto, si tratta di semplici ipotesi ma il progetto per una nuova Grande Inter è in cantiere. Un progetto che potrebbe anche essere rimandato di qualche mese o di qualche settimana qualora Gasperini portasse a casa i tre punti contro la Roma. La cosa certa è che l’ex allenatore del Genoa non sarà parte integrante del progetto.

Certo non è una bella situazione quella di Gasperini soprattutto perchè la fiducia del presidente Moratti è a tempo. Domani sera non sarà affatto facile vincere contro una Roma ferita dopo gli ultimi deludenti match.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori