DIRETTA/ Inter-Roma (Serie A 2011/2012): segui e commenta la partita live in temporeale

- La Redazione

Inter-Roma è l’anticipo di lusso di questa terza giornata di campionato di Serie A. Segui e commenta la diretta live in temporeale della partita: chi vincerà?

Sneijder_r400
Sneijder, foto Ansa

Inter-Roma è l’anticipo di lusso di questa terza giornata di campionato di Serie A. Partita caldissima, dal punto di vista della situazione di classifica sia Inter che Roma devono cercare la vittoria per spostare lo score dallo 0 e cominciare il cammino verso i propri traguardi in questo campionato. Inter-Roma sarà diretta da Mazzoleni, arbitro bergamasco con cui le due squadre non hanno mai perso nelle partite precedenti (3 vittorie e un pareggio per l’Inter, 4 e un pareggio per la Roma). I favori del pronostico sono per l’Inter, anche se la quota non è “blindata”, decisamente più alto il pareggio e la vittoria della Roma, quotata quasi a 4. Inutile dire che in astratto un pareggio tra Inter e Roma potrebbe anche starci, ma questa volta no. Sia l’Inter che la Roma soffrono un avvio troppo deludente e i tecnici sono già sulla graticola anche se forse il clima intorno alle panchine è davvero troppo incandescente. Davvero chi perderà Inter-Roma salta?
L’Inter di Gasperini si prepara ad accogliere la Roma di Luis Enrique senza il peso di alcuno squalificato, ma con diverse assenze tra centrocampo e difesa. Gasperini non potrà infatti contare su Caldirola, Chivu, Cordoba, Maicon, Poli, Stankovic e Thiago Motta, per non parlare del lungodegente Viviano. Certo però per i nerazzurri l’unica assenza di peso e di cui davvero sentono la mancanza sia il tecnico che i tifosi sarà quella di Samuel Eto’o. Con lui si è chiusa (forse) un’era, mentre quella di Gasperini stenta ad aprirsi. Ma la partita di questa sera contro i giallorossi potrebbe segnare la svolta (o la definitiva caduta) del Gasp. Non che ci si attenda un esonero in diretta durante Inter-Roma, ma che la sfida abbia il sapore di ultima spiaggia questo si. Già sono diversi i candidati alla successione, perché allenare i nerazzurri, anche solo come “ponte” verso altro fa gola a molti. Il gruppo infatti è ancora quello storico che è stato in grado di vincere tutto e l’ossatura intatta può far tornare l’Inter i recenti fasti, ma pare faccia fatica a cambiare pelle. Gasperini ci sta provando, la difesa a tre – che probabilmente riproporrà anche questa sera – è solo un aspetto, il fatto che non serva più il trequartista un altro. Ma i dettami tattici per essere assimilati richiedono tempo e fiducia. Risorse di cui forse il tecnico dell’Inter non dispone più in grande quantità. L’Inter stasera dovrebbe schierare Julio Cesar tra i pali, Lucio, Samuel e Ranocchia in difesa, Nagatomo, Zanetti, Cambiasso, Sneijder e Obi a centrocampo, Milito e Forlan in attacco. Basterà?
La Roma di Luis Enrique si trova alla partita della svolta. Fino ad ora tanta diffidenza e polemiche, come per il suo collega interista Gasperini, e pochissima pazienza. L’eliminazione in Europa League non è certo stata leggera da digerire, e così anche la battuta d’arresto in casa contro il Cagliari. Eppure Luis Enrique non ha la minima intenzione di cambiare filosofia o tattica di gara, mostrandosi ben più deciso (e supportato) del collega dell’Inter. La sua Roma in effetti è stata la formazione che più di tutte nella scorsa giornata di campionato ha messo sotto gli avversari, con una fitta rete di passaggi quasi sempre precisi e un gioco che per quasi 17 minuti è stato fatto attaccando nella metà campo dell’avversario (una enormità). Oggi la Roma dovrà fare i conti con la squalifica di José Angel, schierando così una difesa rimaneggiata in cui però potrebbe non trovare spazio dal primo minuti Kjaer. Juan, Lamela, Greco e Cicinho sono fermi ai box, mentre Perrotta e Pizarro si giocano un posto a centrocampo nel quale Pjanic e De Rossi paiono confermati. In attacco salvo recuperi dell’ultimo minuto non dovrebbe giocare Bojan, mentre Totti è sicuro del posto accanto a lui nel tridente Borriello e – con ogni probabilità – Osvaldo. In difesa era pronta l’opzione Taddei, ma forse contro l’Inter Luis Enrique opterà per difensori di ruolo impiegando sugli esterni Cassetti e Rosi. Alla fine però sarà il campo a sciogliere tutti i dubbi. Eccoci pronti allora, Inter-Roma sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori