CALCIOMERCATO/ Inter, Zenga-Baggio, Moratti pronto a spiazzare tutti

- La Redazione

Massimo Moratti sembra essersi stancato ad avallare le scelte (sbagliate) di qualcun altro. Per questo per sostituire Gasperini, ancora in bilico, è pronto a ingaggiare Zenga o Baggio.

zenga_palermo_R375x255_28ott09

Massimo Moratti sembra essersi stancato ad avallare le scelte (sbagliate) di qualcun altro. Prima Benitez, ora Gasperini, il presidente nerazzurro non è mai stato d’accordo con l’arrivo dei due tecnici. Il primo, lo spagnolo, era stato scelto da Branca così come come il secondo, l’italiano, che spera di non fare la fine dell’iberico che non è arrivato a mangiare il pandoro e non ha potuto festeggiare il nuovo anno sulla panchina dell’Inter. Il rischio però è che Gasperini non riesca neanche a vedere l’autunno, visto che Moratti è sempre più stanco del tecnico ex Genoa. Questa volta però ha deciso che l’eventuale sostituto lo scieglierà lui, lo scorso anno con Leonardo andò più o meno bene, visto la vittoria della Coppa Italia e il secondo posto in campionato. Chi conosce il presidente nerazzurro sa perfettamente che il grande sogno è quello di portare un tecnico giovane per guidare l’Inter verso un nuovo progetto. Per questo le candidature di Ranieri e Delio Rossi stonano un po’. Oggi il sito Calciomercatonews.com ha parlato dell’ipotesi Zenga, una soluzione da tenere in particolare attenzione. Il presidente nerazzurro ha sempre stimato Zenga come uomo ed è incuriosito anche dall’allenatore, visto che con il Catania ha fatto benissimo, meno con il Palermo di Zamparini. Zenga è attualmente allenatore dell’Al Nasr, l’Inter gli è sempre rimasta nel cuore, ha sempre rivelato di voler allenare un giorno i nerazzurri. Potrebbe riuscirsi questa volta, anche lo scorso anno era in lizza, ma Moratti gli preferì Leonardo. Questa volta l’avversario è Roberto Baggio, tecnico alle prime armi visto che non ha mai allenato, ma l’ex Divin Codino è un pallino di Moratti che conta molto sull’esperienza e sulla personalità dell’attuale presidente del settore federale della Figc. Se la scelta del prossimo allenatore verrebbe fatta da Moratti allora qualcosa di speciale potrebbe accadere. Così come per Mourinho, Moratti vuole fidarsi del proprio istinto. L’Inter domani sera giocherà a Novara contro la squadra di Attilio Tesser, l’obbligo per Gasperini è di vincere e conquistare i primi tre punti in campionato. Ma questo potrebbe anche non bastare al tecnico di Grugliasco. Il rapporto con Moratti sembra essersi logorato e difficilmente il numero uno nerazzurro tornerà indietro.

Gasperini dovrà a tutti i costi vincere e convincere, di certo una mancata vittoria contro il neo promosso Novara sarebbe un duro colpo da digerire per Massimo Moratti che a quel punto prenderebbe subito la cornetta per chiamare Zenga o Baggio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori