CALCIOMERCATO/ Inter, Ranieri: momento sfortunato, la squadra ha dna vincente

- La Redazione

Ha accettato l’ennesima sfida della sua carriera Claudio Ranieri, dicendo si alla proposta di Massimo Moratti di riportare entusiasmo in casa nerazzurra dopo i recenti risultati.

Ranieri_solitario_R400
Claudio Ranieri, tecnico Inter (Foto: Ansa)

Ha accettato l’ennesima sfida della sua carriera Claudio Ranieri, dicendo si alla proposta di Massimo Moratti di riportare entusiasmo e risultati a un’Inter che in queste prime tre partite di campionato ha sicuramente deluso con due sconfitte e un pareggio. Ranieri quest’oggi si è presentato alla Pinetina dove prima di entrare in campo per il primo allenamento è stato presentato alla stampa. Ranieri ha parlato subito del momento negativo dell’Inter: “E’ un momento no tra infortuni e malasorte, ma io credo che questa squadra abbia il dna vincente per uscire fuori da questo momento e credere in se stessa”. Ranieri è ricordato dai tifosi nerazzurri soprattutto per le sfide quando era sulla panchina della Roma, ma l’ex tecnico giallorosso ha raccontato un aneddoto che forse lo avvicinerà di più ai tifosi nerazzurri: “Da piccolo canticchiavo Sarti, Burgnich, Facchetti…, impossibile dimenticare questo motivetto”. Ieri ai microfoni di 90esimo minuto Serie A ha subito parlato di questioni tattiche rivelando di voler schierare in campo una formazione con il vecchio modulo, ovvero il 4-3-1-2, perchè, come rivelato in conferenza stampa, “ci sono diversi tipi di allenatore, io sono un tipo che pensa agli uomini e non al modulo, credo molto nel feeling che si crea tra allenatore e giocatori, se si crea si può tornare a vincere”. Infatti Ranieri già contro il Bologna riporterà il vecchio modulo in casa Inter, con Pazzini che dovrebbe partire titolare con Milito in panchina. Ranieri ha mostrato subito la sua felicità per l’arrivo in nerazzurro: “E’ un orgoglio per me essere qui, sono molto contento della chiamata del presidente Moratti”. I due si sono conosciuti in un Milan-Inter: “Moratti non era ancora presidente io venni allo stadio per vedere quel derby”. Finita la presentazione Ranieri è subito andato sul campo dove ha radunato subito la squadra. Il primo ad aver salutato il nuovo tecnico dell’Inter è stato Dejan Stankovic, che ha sorriso a Ranieri. I due sono stati avversari negli ultimi anni con la Roma di Ranieri che è stata a un passo dalla vittoria del campionato sfuggito a causa del match perso contro la Sampdoria con uno dei due gol firmati da Pazzini, ora bomber dell’Inter.

Ranieri ha anche salutato Cordoba e il giovane Poli, quest’ultimo è vicino al completo recupero e potrebbe essere a disposizione del nuovo tecnico dell’Inter a partire da domenica prossima. Ranieri vuole riportare l’Inter alla vittoria.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori