CALCIOMERCATO/ Inter, Figo: io allenatore? Difficile. Palacio snobba i nerazzurr

- La Redazione

E’ stata una settimana sicuramente travagliata per l’Inter. I nerazzurri hanno cambiato allenatore affidandosi a Ranieri ma in pole c’era anche Figo. Palacio snobba i nerazzurri.

Palacio_R400_5ott10
Palacio (Ansa)

E’ stata una settimana sicuramente travagliata per l’Inter. Martedì scorso a Novara è arrivata un’altra sconfitta per l’allora tecnico nerazzurro Gasperini, un k.o. che è costato caro al tecnico di Grugliasco che è stato esonerato dal presidente Moratti. Al suo posto è arrivato Claudio Ranieri che oggi alle ore 18 debutterà contro il Bologna allo stadio Dall’Ara. Ranieri è stato in ballottaggio con molti altri allenatori, in particolare con Luis Figo, attuale dirigente dell’Inter, ministro degli esteri del club nerazzurro che oggi era presente a Mosca per una visita organizzata dall’Uefa. Ai quotidiani russi Figo ha spiegato la difficile trasferta che aspetta i nerazzurri martedì a Mosca contro il Cska: “Giocare a Mosca è sempre affascinante ma per l’Inter sarà una gara difficile soprattutto per il momento con la squadra non in perfette condizioni e l’esonero di Gasperini. So che anche il Cska Mosca non se la passa bene a livello di risultati. Noi dovremo assolutamente riscattare la sconfitta contro il Trabzonspor”. Queste le parole di Figo riportate in Italia dal sito fcinter1908.it. Ma Figo ha parlato anche delle voci di mercato che lo volevano sulla panchina dell’Inter: “So che era stato fatto il mio nome per la panchina ma era difficile, adesso però è arrivato il nuovo tecnico e speriamo di vivere situazioni migliori e di tornare alla vittoria”. Ranieri spera di poter regalare a Figo un successo quest’oggi contro il Bologna. L’idea di Figo è sembrata a molti azzardata, lo stesso Moratti aveva smentito la possibile soluzione interna, anche perchè il portoghese sarebbe stato catapultato in una situazione molto difficile per lui. Non è escluso che in futuro l’ex stella di Barcellona e Real Madrid non possa vestire i panni dell’allenatore. Intanto Rodrigo Palacio, fresco di convocazione da parte del c.t. argentino Sabella, ha parlato del suo mancato arrivo all’Inter che in estate, caldeggiata da Gasperini, ha cercato di strappare l’argentino al Genoa: “Non ho mai sognato di andare all’Inter – ha spiegato il giocatore alla Gazzetta dello Sport – il mio sogno da bambino era quello di giocare con il mio idolo Guillermo Barros Schelotto e l’ho reso realtà al Boca”. Palacio dunque snobba i nerazzurri.

Per l’attaccante del Genoa adesso c’è da pensare solo al futuro del Grifone: “Spero di portare il Genoa in Europa e approfittare di questa nuova chance in Nazionale”. Palacio ha le idee chiare, l’Inter non è stata al centro dei suoi pensieri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori