CALCIOMERCATO/ Inter Gasperini, Juric rincara la dose: Non ci hanno preso gli uomini giusti

- La Redazione

L’ex-allenatore in seconda di Gasperini, Juric, torna a parlare dell’esperienza in nerazzurro lamentando, così come il tecnico torinese, il mancato arrivo di uomini adatti al modulo

gasperini_R400_22giu11
Gian Piero Gasperini (foto Ansa)

CALCIOMERCATO INTER – Gian Piero Gasperini è ormai un lontano ricordo in casa Inter. La scorsa settimana l’allenatore torinese è stato esonerato dopo l’ennesima figuraccia contro il Novara per lasciare il posto a Claudio Ranieri. Il tecnico testaccino sembra aver già ridato un’anima alla squadra ottenendo subito i tre punti contro il Bologna al Dall’Ara. Nonostante il capitolo Gasperini sia quindi chiuso non si placano però i rumors e le voci riguardanti la sua brevissima esperienza in corso Vittorio Emanuele. E’ di ieri infatti l’intervista rilasciata da Ivan Juric, assistente del “Gasp”, al quotidiano ligure Il Secolo XIX. Sbarcato da Genova Juric sposa la tesi del mancato mercato: «Non c’erano le condizioni giuste per raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati…». Juric lamenta quindi una finestra di trattative non all’altezza delle richieste facendo poi i paragoni con Luis Enrique ed Antonio Conte, entrambi allenatori delle big ed entrambi accontentati con i giocatori richiesti e adatti ai propri stili di gioco. Juric, pochi giorni prima dell’esonero, aveva già capito che a breve Gasperini sarebbe stato appiedato: «Mi aspettavo arrivasse l’esonero – prosegue – avevamo capito di essere a rischio. C’era poca chiarezza intorno a noi». Una scelta sicuramente non piacevole, quella di allenare l’Inter, ma che Juric rifarebbe in toto: «Avevo bisogno di un’esperienza in una grande squadra e nonostante sia stata breve mi è comunque servita, anche l’esonero serve ad imparare qualcosa». Juric e Gasperini sono ora in attesa di un nuova chiamata che sia italiana o eventualmente estera. Difficile però che la coppia ritorni a Genova, dopo la famosa arrabbiatura del patron rossoblu Enrico Preziosi. Il numero uno del Grifone sarebbe andato su tutte le furie non tanto per il trasferimento di Gasperini quanto per quello di Juric: «Con Preziosi non sono rimasto in contatto – ha confessato infine Juric, confermando – ma non ho ancora capito il perché della sua incazzatura». Un’Inter, che come dicevamo, sembra aver subito giovato dell’addio di Gasperini. Claudio Ranieri ha rispolverato il vecchio modulo e pur privato della pericolosità di Wesley Sneijder ha superato il Bologna lontano da San Siro.

La prima “rivoluzione” è stata tornare alla difesa a 4 visto che la retroguardia a 3 era diventata una sorta di “Groviera”, perforata da qualsiasi attacco le si parasse davanti. In settimana altro banco di prova, a Mosca contro il Cska in Champions.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori