CALCIOMERCATO/ Inter, Fabbri (ag. FIFA): Cassano-Pazzini? Antonio mi ha sorpreso, Moratti ha visto giusto (esclusiva)

- La Redazione

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente Fifa Fabbri ha parlato dello scambio di mercato effettuato in estate tra Inter e Milan con Cassano in nerazzurro e Pazzini in rossonero

pazzini_cassanoR400
(INFOPHOTO)

Prima dell’ok per il famoso scambio di calciomercato tra Inter e Milan, con Cassano in nerazzurro e Pazzini in rossonero, i tifosi dell’Inter erano un po’ scettici considerando la tradizione degli scambi stracittadini. Come non ricordare i Pirlo e i Seedorf, consegnati al nemico in cambio di giocatori come Coco, Guly o Helveg che ad Appiano hanno lasciato poche tracce. In barba a tutti questi discorsi, Massimo Moratti ha deciso di cedere Pazzini per acquistare uno dei suoi vecchi pupilli, ovvero quel Cassano inseguito tante volte. FantAntonio, tifoso interista da bambino, voleva scappare via da Milanello, idem per Pazzini che con Stramaccioni non si è trovato bene. Dopo sei giornate di campionato il bilancio è nettamente a favore dei nerazzurri perché Cassano è risultato il giocatore più decisivo dell’Inter con quattro gol e tanti assist per i compagni. Pazzini è fermo a quota tre gol, segnati tutti in un unico pacchetto, nella partita contro il Bologna. Nelle restanti cinque partite non ha segnato e non è riuscito ad incidere più di tanto. L’agente Fifa Paolo Fabbri, in esclusiva a Ilsussidiario.net, ha parlato dello scambio di calciomercato effettuato da Inter e Milan: “Moratti ci ha visto giusto in questa occasione. I dati parlano chiaro e soprattutto il campo, perché Cassano è protagonista assoluto nell’Inter. Ieri è stato importantissimo con una partita straordinaria“. Insomma Massimo Moratti è pronto a prendersi una rivincita su Adriano Galliani. Ma ovviamente siamo solo alla sesta giornata di campionato e c’è tanto tempo per capovolgere le situazioni. Fabbri però analizza i due giocatori: “Pazzini è un ottimo giocatore che ha bisogno di un determinato gioco per esprimersi al meglio. Cassano è un fenomeno che non sempre è facile da gestire ma fino a questo momento, anche quando è stato in panchina, non ha fatto storie“. La differenza dunque riguarda la diversa qualità tra i due giocatori. Fabbri è rimasto sorpreso da Cassano: “Onestamente non pensavo che potesse fare bene subito, ho avuto qualche tentennamento all’inizio quando ho assistito all’acquisto da parte dell’Inter. Invece mi ha smentito“. Un Cassano così potrebbe far bene alla Nazionale azzurra? Fabbri chiarisce: “Dal punto di vista del giocatore non ci sono dubbi. Però ho l’impressione che Prandelli voglia puntare su un determinato gruppo di giocatori“. Cassano potrà dedicarsi completamente…

…all’Inter anche se il c.t. della Nazionale italiana non lo ha mai estromesso dalla lista dei convocati. Prandelli vuole capire se Cassano può essere l’elemento in più per la squadra. Per ora nell’Inter è il giocatore di maggiore qualità.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori