CALCIOMERCATO/ Inter, Giuseppe Rossi X factor nerazzurro? La risposta è…

- La Redazione

Federico Pastorello, agente di Giuseppe Rossi, è recentemente uscito allo scoperto specificando che l’Inter sarebbe meta gradita per il suo assistito: ma vale davvero la pena di acquistarlo?

giuseppe_rossi_italia_recuperoR400
Giuseppe Rossi (Infophoto)

L’Inter è un’opzione possibile, un progetto che intriga. In Giuseppe c’è un apprezzamento innegabile in questo progetto, e un pò di simpatia per Stramaccioni“. Con queste parole Federico Pastorello potrebbe aver risolto il cubo di Pepito, potremmo chiamarlo così. Il calciomercato di Giuseppe Rossi ha diverse facce, una per ogni squadra che sta pensando di dargli un’occasione. Walter Sabatini, volpe argentata dei nostri ds, ci ha provato già in estate, ma il Villarreal non ha fatto un passo indietro, conscio del valore assoluto del giocatore. Ecco, appunto: Giuseppe Rossi tornerà quello di prima? Ovvero: vale la pena di spendere i benedetti dieci milioni di euro per le sue prestazioni sportive? Prendiamo spunto dal basket, dove a detta del guru Flavio Tranquillo l’attacco perfetto supera la difesa perfetta. Così nel calcio, come (si spera!) nella vita, la miglior speranza dribbla la paura più nera. Nel nostro caso si potrebbe dire che la forza di Giuseppe Rossi batte due operazioni al crociato. Tanta roba, da far mollare un eroe omerico. Ma quelli sono finti, o troppo antichi per essere veri, mettetela come volete: il nostro, un italoamericano che chiamano Pepito, può avere dalla sua la forza di un uomo vero. Quello che nasce (o ri-nasce) dal letame come un fiore (dai diamanti, lo dice De Andrè, non nasce niente). Ma questi sono discorsi: per filosofeggiare sui crociati rotti bisogna passarci. Per questo abbiamo chiesto a chi sul campo c’è passato, che si fa sempre prima. Allora può succedere che vai da Nicola Berti, esperto in materia di infortuni al ginocchio, e ti dice che sì, si può fare, perchè anche lui ci è passato e perchè all’Inter manca qualcosa, che forse solo il Pepito può dare (clicca qui per saperne di più). Vai ancora più indietro, da Sandro Mazzola, altri tempi altro calcio eccetera. Cambiano i fattori ma non la sostanza: anche per il Baffo Giuseppe Rossi se po fa’ (clicca qui per leggere di più), la promessa di bene tecnico annusata prima dell’infortunio vale un investimento quasi cieco. C’è anche Ruggiero Rizzitelli, osservatore esterno all’Inter, beneficiata dalla preferenza pastorelliana: anche qui più sì che no (clicca qui per leggere di più). Visto che tre indizi fanno una prova potremmo fermarci, ma tanto vale citare anche l’agente Fifa (Alessandro Canovi, clicca qui per approfondire) e il giornalista (Nando Sanvito, clicca qui per leggere di più): fanno cinque, una giuria di esperti sono per il sì. Metteteci anche la fiducia del procuratore (“Tornerà più forte di prima“) e il gioco è fatto. Non mancano…

Gli oppositori, da che mondo è mondo: su tutti Giuseppe Bruscolotti, che da gran difensore mette in fuorigioco anche la speranziella partenopea di arrivare al giocatore (clicca qui per saperne di più). Ma non c’è problema, De Laurentiis è abituato a fare di testa propria (clicca qui per leggere di più). Vuoi tu dunque Moratti prendere Giuseppe Rossi come tuo X factor? Per noi (concorrenza permettendo) è sì.

 

(Carlo Necchi)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori