CALCIOMERCATO/ Inter, patto per Jung, e su Rolando…

- La Redazione

L’Inter si avvicina sensibilmente a Sebastian Jung, difensore dell’Eintracht di Francoforte per cui vi sarebbe una sorta di promessa d’acquisto. Piace moltissimo anche Rolando

Moratti_Jung
Massimo Moratti, presidente Inter (Infophoto)

Scala le classifiche di gradimento nerazzurro il terzino dell’Eintrach di Francoforte Sebastian Jung. Il laterale in forza ai tedeschi è stato visionato recentemente, durante la sfida di martedì della Nazionale. A Lucerna vi era il capo degli osservatori dell’Inter, Valentino Angeloni, indizio che ha confermato ancor di più l’interesse per il ragazzo teutonico. Si mormora che il ragazzo sia praticamente già pronto a vestire la casacca nerazzurra dopo una chiacchierata risalente alla scorsa estate in seguito alla quale, al club di Francoforte, è stata strappata una promessa, una sorta di opzione d’acquisto in vista della prossima stagione. Negli ultimi mesi i contatti si sono intensificati e altre società hanno provato ad inserirsi, su tutte la Roma, senza però riuscire a chiudere l’operazione. I giallorossi rimangono comunque alla finestra consci però della posizione privilegiata dei rivali nerazzurri, ottenuta grazie anche ad una promessa di cessione del giovane Caldirola proprio all’Eintracht. Jung, nonostante i suoi 22 anni, ha sempre giocato da titolare in Bundesliga, e con un rendimento davvero da senior. Anche per queste ragioni la sua valutazione è in netta crescita ed ora lo si acquista dietro assegno da circa 6/7 milioni di euro. Ma non finisce qui perché l’Inter non lascia… ma raddoppia. A gennaio, infatti, non è da escludere l’arrivo di un nuovo difensore centrale. Tanto per cambiare i nerazzurri sono pronti a pescare in casa del Porto. Dopo le operazioni relative a Quaresma, Guarin e Pereira, il direttore dell’area tecnica Marco Branca si è rimesso sulle tracce di Rolando, difensore di origini portoghesi già fortemente seguito durante il mercato estivo. Il diretto interessato sta vivendo una situazione particolare, essendo stato messo fuori rosa a causa di incomprensioni con il proprio allenatore. Di conseguenza la sua cessione a gennaio è tutt’altro che utopica, e l’Inter è pronta al grande colpo. Non sarà facile trattare con Pinto da Costa, presidentissimo storico del Porto, in virtù anche del contratto in scadenza nel 2015, ma è chiaro che la società lusitana non potrà dimenticarsi degli ottimi rapporti con l’Inter. Rolando si acquistava con 15 milioni di euro qualche mese fa ma viste le recenti diatribe è ipotizzabile una diminuzione del valore, attorno agli 8 milioni. E mentre i tifosi nerazzurri cominciano ad avere l’acquolina in bocca per questi possibili (e succulentissimi) colpi, arriva un retroscena di mercato che forse attenuerà un po’ gli entusiasmi per una clamorosa operazione mancata in passato. 

Parliamo di Hernanes, in grande spolvero grazio al nuovo ruolo (interno sinistro) cucitogli su misura dal tecnico Vladimir Petkovic, unito ad una ritrovata voglia di vincere, che hanno innalzato il suo rendimento su livelli di eccellenza. Sono già quattro le reti realizzate finora in campionato dall’ex San Paolo, senza dimenticare svariati assist e giocate di classe, che lo rendono indubbiamente il giocatore tecnicamente più delizioso dell’intera rosa. Il ‘Profeta’ in passato poteva finire all’Inter: è il collega Alfredo Pedullà a svelare sul proprio sito l’interessante retroscena di mercato. “Hernanes? Un rimpianto dell’Inter, che lo aveva preso per poi esitare al momento della firma dei bolli“. Insomma Moratti, visto il livello del ragazzo, può davvero mangiarsi le mani. Adesso è il popolo laziale a goderselo tutto…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori