EUROPA LEAGUE/ Inter-Partizan Belgrado (1-0): gol, sintesi e video highlights (gruppo H)

- La Redazione

Guarda il video con gli highlights e i gol di Inter-Partizan Belgrado, partita valida per la terza giornata della fase a gironi di Europa League. Leggi le dichiarazioni e le statistiche.

Handanovic
Samir Handanovic è il grande ex di giornata (Infophoto)

L’Inter batte il Partizan Belgrado 1-0 e coglie una vittoria importante in ottica girone eliminatorio: decide un gol di Palacio all’88’ minuto, quando tutto faceva presagire un pareggio. Di fatto è stata una partita molto equilibrata, lo dimostrano anche le cifre: chi si aspettava un dominio dell’Inter è rimasto sorpreso. Intanto il possesso palla è stato a favore del Partizan, che ha fatto sua la statistica soprattutto nel primo tempo. I tiri sono 15 per l’Inter e 10 per i serbi: ma attenzione, perchè il Partizan è stato molto più preciso centrando lo specchio in 4 occasioni (1 l’Inter), mentre l’Inter ha mandato fuori nove conclusioni. Pesa da parte del Partizan il palo colto da Markovic al 21′ del primo tempo; avrebbe potuto spezzare un equilibrio totale, con anche l’85% a testa di passaggi andati a buon fine (ma il Partizan ne ha effettuati 503, 400 per l’Inter). Meglio i serbi nei contrasti vinti (53% contro 47%), l’Inter ha giocato molto sul lancio lungo (il 71% del totale, contro il 45% dei serbi), partita sostanzialmente corretta con i nerazzurri leggermente più fallosi (15-13). Sei gli ammoniti, quattro per il Partizan che soprattutto nella ripresa non aveva più fiato e spesso si è dovuto arrangiare. 

La gara si decide nel finale: all’88’ il Partizan trova un varco centrale e si infila con Scepovic, Silvestre va a chiudere ma Scepovic è bravo a servire sulla sinistra l’accorrente Lazar Markovic. Passo e tiro basso, con la punta, ad anticipare Handanovic che però è bravissimo ad uscire a valanga e respingere il pallone. Si va velocissimi dall’altra parte: Milito viene servito sulla destra, entra in area e punta il difensore, poi alza la testa e crossa morbido al centro. Palacio salta indisturbato e schiaccia di testa, Petrovic è sulla traiettoria ma clamorosamente non riesce a bloccare la sfera, che gli sbatte invece sul ginocchio e finisce in porta. Gol sbagliato gol subito: la legge più antica del gioco del calcio colpisce, e l’Inter si prende i tre punti.

Andrea Stramaccioni commenta così la vittoria giunta nel finale: “E’ il giusto premio per averci creduto fino in fondo, sono contento per i ragazzi che hanno dimostrato di essere una squadra. Faccio però i complimenti al Partizan che non a caso è primo in classifica, ha dei giovani interessantissimi e sicuramente avrà un futuro molto roseo”. Javier Zanetti si complimenta con Handanovic, “che è stato decisivo”, e ringrazia il suo allenatore: “Crediamo nel suo progetto e lo seguiamo, così vinciamo e acquistiamo convinzione nei nostri mezzi. Stiamo costruendo una mentalità vincente, siamo contenti dei tre punti perchè giocare a Belgrado non sarà per niente facile”

In casa Partizan parla Stefan Scepovic, ex giocatore della Sampdoria: “Siamo venuti a Milano per fare una bella partita e sono convinto che da questa gara trarremo esperienza per il futuro. Tutti noi abbiamo guadagnato qualcosa stasera”. Dello stesso avviso il centrocampista centrale Medo, che però si dispiace per l’occasione persa: “Potevamo chiuderla appena prima che lo facessero loro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori