CALCIOMERCATO/ Inter, Casotti (Sportitalia): Douglas, dipende dal prezzo. Che errore con Castaignos… (esclusiva)

- int. Federico Casotti

In esclusiva a Ilsussidiario.net, intervista con Federico Casotti, telecronista di Sportitalia e profondo conoscitore di calcio francese e olandese. Ecco le sue dichiarazioni.

douglas_twente_r400
(INFOPHOTO)

Il calciomercato dell’Inter a gennaio andrà a caccia di difensori per rinforzare la rosa di Andrea Stramaccioni. Il tecnico nerazzurro vuole assolutamente avere dei giocatori di qualità anche come rincalzi, si è visto contro l’Atalanta che le assenze di Samuel e Ranocchia sono risultate determinanti. I nerazzurri vogliono assolutamente arrivare in Champions League nella prossima stagione, attualmente sono secondi in classifica a quattro punto dalla Juventus capolista e con un punto di vantaggio sul Napoli terzo. La ricerca di un difensore deriva dall’approccio negativo di Silvestre nell’Inter. Il difensore argentino sta faticando più del previsto e la dirigenza potrebbe prendere provvedimenti: “Onestamente non mi spiego il black-out di Silvestre”, ha dichiarato Federico Casotti, noto telecronista di Sportitalia in esclusiva a Ilsussidiario.net. “L’ho sempre apprezzato come giocatore a Catania e a Palermo”. L’Inter per sostituire l’argentino starebbe pensando a Douglas, centrale difensivo del Twente, classe ’88. L’esperto di calcio olandese Casotti ha parlato del giocatore sudamericano: “Douglas a me piaceva molto di più qualche anno fa quando il Twente vinse il campionato. A quei tempi la Juventus si era interessata al giocatore ma il club olandese sparò alto chiedendo 10 milioni di euro. Ora ha perso un po’ a livello globale, ma si tratta di un buon elemento che è diventato olandese di passaporto ed è stato anche convocato nella Nazionale maggiore”. Casotti parla anche dell’aspetto tattico del giocatore, da tutti visto come il difensore giusto per la difesa a tre: “Lui nel Twente ha sempre giocato con la difesa a quattro, è un centrale di buon livello e quindi potrebbe rientrare nel target richiesto dall’Inter, ma tutto dipenderà dal prezzo. Secondo me non si dovrebbe spendere più di 5 milioni di euro per il giocatore”. A proposito di campionato olandese, Casotti fa un appunto alla società nerazzurra: “Castaignos è stato gestito male. Il ragazzo è arrivato troppo giovane all’Inter che avrebbe dovuto prestare il ragazzo o nuovamente al Feyenoord o in Serie A. Quest’anno avrebbe fatto bene con Stramaccioni, invece è stato ceduto a titolo definitivo al Twente dove sta facendo molto bene”. Il giovane calciatore olandese ha segnato 5 gol in 12 partite di campionato dimostrando il talento in possesso nonostante la giovanissima età.

I nerazzurri non hanno creduto fino in fondo al giocatore olandese e lo hanno ceduto. Acquistato per 1,5 milioni di euro, l’Inter lo ha lasciato al Twente per sei milioni di euro. Plusvalenza importante è vero, ma c’è il rischio di aver perso un potenziale attaccante.

 

(Claudio Ruggieri)







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori