PROBABILI FORMAZIONI/ Inter-Verona: ultime novità (Coppa Italia, ottavi di finale)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Inter-Verona, in campo stasera alle 21 per gli ottavi di Coppa Italia.  Il ritorno di Cristian Chivu è la principale novità, in attacco Cassano-Palacio…

antonio_cassano_r400
Antonio Cassano (Infophoto)

Torna in campo la Coppa Italia dopo le partite della scorsa settimana. Il quadro degli ottavi si completerà tra oggi e domani. Stasera alle 21 è il turno di Inter-Verona: per i nerazzurri sarà l’occasione per provare a mettersi subito alle spalle il ko di sabato scorso all’Olimpico contro la Lazio. Una sconfitta definita immeritata da Stramaccioni, che adesso vuole voltare pagina. Per ora, meglio concentrarsi su una Coppa Italia che non pare essere un obiettivo impossibile da portare a casa. D’altronde l’Inter ha un gran feeling con la Coppa nazionale: quattro vittorie e altre due finali dal 2005 ad oggi. Inoltre questa sera ci sarà l’atteso ritorno in campo di Cristian Chivu. Il Verona del grande ex Mandorlini (protagonista dello scudetto dei record 1988-89), dal canto suo, torna a San Siro dopo ben dieci anni di assenza. L’ultimo precedente risale alla stagione 2001-02, e nell’occasione gli scaligeri persero per 3 a 0 nell’ultimo confronto diretto in serie A: un risultato non molto beneaugurante in vista dell’impegno odierno, che vedrà i veneti sostenuti da quasi 9000 tifosi, un vero e proprio esodo. La vincente del match di San Siro sfiderà Napoli o Bologna, di scena domani sera. Ecco le ultime notizie sulle probabili formazioni.

Alla vigilia del match non ha parlato il tecnico Andrea Stramaccioni. E’ toccato dunque a Cristian Chivu, che riassaggerà stasera il terreno di gioco dopo oltre quattro mesi di assenza, prendersi la scena: “In Coppa Italia con due gare sei in semifinale – ha spiegato il rumeno a ‘Inter Channel’ – E’ un trofeo che si può vincere e dobbiamo provarci. In fondo è il più facile da portare a casa. Rivedo la luce dopo un infortunio più grave del previsto. Abbiamo margini di miglioramento, ma tanti ad agosto avrebbero firmato per essere secondi”. Nerazzurri in campo con il solito 3-5-2: in porta ci sarà il vice di Handanovic, cioè Castellazzi, difesa a tre con Silvestre, il rientrante Chivu e Juan Jesus, esterni di centrocampo Jonathan a destra e Nagatomo a sinistra, in mezzo al campo Mariga, Javier Zanetti e Guarin (squalificato a sorpresa in campionato), davanti i ‘piccoletti’ Palacio e Cassano, che proveranno a non far rimpiangere il ‘Principe’ Milito, tenuto a riposo.

A disposizione andranno in panchina sette giovani: il portiere Belec, i difensori Ranocchia e Mbaye, i centrocampisti Benassi e Duncan, il trequartista Coutinho, l’attaccante Livaja. Il 19enne croato ha svolto molto bene il ruolo di vice Milito in Europa League (4 reti all’attivo) e chissà che non possa trovare spazio stasera nella ripresa.

Sono cinque gli assenti tra le fila nerazzurre, ovvero lo squalificato Bianchetti e gli acciaccati Alvarez, Obi, Mudingayi e Stankovic. Assenze, queste ultime, tutte concentrate nel settore di centrocampo, non molto ricco al momento di alternative.

“Andiamo alla scala del calcio, questo è il giusto premio per aver battuto due squadre come Genoa e Palermo, sarà una bella partita per noi”. Così Andrea Mandorlini nella conferenza stampa della vigilia. Il tecnico del Verona torna a San Siro da avversario (ha militato in nerazzurro dal 1984 al 1991, vincendo uno scudetto e una Coppa Uefa) e si dice intenzionato a regalare una gioia ai tifosi “che sono sempre unici. Vogliamo fare bella figura e provare a strappare la vittoria, anche se non sarà facile. Scenderemo in campo con la formazione migliore, spero solo che l’emozione non ci giochi un brutto scherzo. Zenga mi ha detto di non fare casino, e Trapattoni aveva previsto che sarei diventato allenatore”. Scaligeri in campo con il modulo 4-3-3: in porta Rafael, difesa a quattro con Abbate, Moras, Maietta e Albertazzi, in mediana Jorginho, Bacinovic e Hallfredsson, tridente offensivo composto da Gomez, Cacia e Bojinov. Le intenzioni sono bellicose.

A disposizione del tecnico dei gialloblu ci saranno in panchina il portiere Berardi, i difensori Ceccarelli e Crespo, i centrocampisti Rivas, Grossi e Carrozza, l’attaccante Cocco.

Un solo assente tra le fila gialloblù, ovvero lo squalificato Cacciatore, per il resto mister Mandorlini può contare sulla truppa al gran completo. Il modo migliore per affrontare questo prestigioso appuntamento.

 

Castellazzi; Silvestre, Chivu, Juan Jesus; Jonathan, Mariga, Zanetti, Guarin, Nagatomo; Palacio, Cassano. All.: Stramaccioni.

A disp.: Belec, Ranocchia, Benassi, Mbaye, Duncan, Coutinho, Livaja.

Squalificati: Bianchetti.

Indisponibili: Alvarez, Obi, Mudingayi, Stankovic.

Rafael; Abbate, Moras, Maietta, Albertazzi; Jorginho, Bacinovic, Hallfredsson; Gomez, Cacia, Bojinov. All.: Mandorlini.

A disp.: Berardi, Ceccarelli, Crespo, Rivas, Grossi, Carrozza, Cocco.

Squalificati: Cacciatore.

Indisponibili: nessuno.

 

Arbitro: Rocchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori