DIRETTA/ Inter-Palermo live (Serie A): la partita in temporeale

- La Redazione

Inter-Palermo è una delle partite più importanti della ventunesima giornata di Serie A. L’Inter deve riscattarsi, il Palemro prosegue la cura Mutti. La diretta di Inter-Palermo live

claudio_ranieri_R400
Claudio Ranieri (Infophoto)

Inter-Palermo è una delle partite più importanti della ventunesima giornata di Serie A. L’Inter deve assolutamente riscattare l’imprevisto passo falso di Lecce, che ha interrotto la scalata ai quartieri alti; il Palermo invece vuol provare a conferire finalmente un po’ di continuità al proprio campionato altalenante, soprattutto dopo le ultime due vittorie. Coi suoi 35 punti, l’inter deve vincere per rimanere attaccata al trenino verso la Champions League, che al momento resta l’obiettivo più credibile. Il Palermo invece ha 27 punti e comincia a guardare timidamente alla zona Europa League: una vittoria a San Siro regalerebbe una grossa infusione di fiducia oltre che 3 punti. Un pareggio sarebbe inutile alla squadra di Ranieri, che deve pensare a vincere tutte le partite da qui alla fine del campionato per tornare in posizione consona al proprio blasone; il Palermo potrebbe anche accontentarsi del punto, ma mai come quest’anno il San Siro nerazzurro si presta al colpaccio.
L’Inter si prepara ad affrontare il Palermo per rialzarsi in fretta da una sconfitta fuori pronostico. Tre giorni fa il gol di Giacomazzi ha gelato l’Inter a sorpresa anche perché la squadra ha subuto una sconfitta arrivata al culmine del filotto vincente che aveva rialzato le quotazioni nerazzurre anche in ottica scudetto; prima dell’ultimo scivolone, l’Inter arrivava da 4 vittorie consecutive ottenute con tanti gol (12, quanti i punti raccolti nel poker di successi) e timidi progressi anche sul piano del gioco. In generale, il rendimento casalingo ha offerto ai milanesi più della metà dei punti totali: 19, frutto di 6 vittorie, 1 pareggio e 3 ko, maturati contro Napoli, Juve e Udinese. Ciò significa che l’inter, in casa e contro squadre di rango inferiore, di solito non sbaglia, e tende anche a segnare (17 reti). Disastroso invece il ruolino esterno dei siciliani, mai vittoriosi lontano dal Barbera: l’impietoso bilancio parla di 3 pareggi (Novara, Lazio e Parma) e 7 sconfitte, con 14 gol subiti ma soprattutto solo 2 realizzati, entrambi al Novara. I numeri sembrano già scrivere il punteggio, ma come al solito non devono ingannare, vista la buona forma mostrata dal Palermo nelle uscite più recenti. Dopo il periodo d’assestamento, la cura Mutti ha prodotto risultati incoraggianti a Palermo anche se da prendere con le pinze, vista la svagatezza difensiva del Genoa e la debole resistenza del Novara nelle ultime 2 gare. Prima, stentato pareggio proprio a Novara (2-2 prima di Natale) e sconfitte con Napoli (in casa) e Chievo a Verona. Per quanto riguarda le scelte dei coach: Ranieri, dopo la cessione di Thiago Motta, incassa anche il forfait di Guarin, sbarcato a Milano con una lesione al polpaccio nel bagaglio a mano. Il tecnico romano potrà invece portare in panchina Palombo, che ha scelto la maglia numero 17. Guarin raggiunge in lista indisponibili i lungodegenti Forlan e Stankovic, mentre Maicon dovrà stare attento in quanto diffidato. Pochi problemi di formazione per Mutti, che conterà sulla rosa al completo ad eccezione di Hernandez (dovrebbe rientrare in gruppo settimana prossima) e Della Rocca. Diffidato Eros Pisano che dovrebbe partire dalla panchina. Arbitro dell’incontro sarà il signor Massa, fischio d’inizio (neve permettendo) ore 20:45, ma problemi non dovrebbero essercene: Inter-Palermo andrà in scena alla Scala del Calcio.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori