CALCIOMERCATO/ Inter, Villas Boas a rischio esonero!

Il Chelsea si trova al quarto posto in classifica assieme all’Arsenal a 43 punti, uno in più del Newcastle, dieci in meno del Tottenham terzo e distacco abissale dai due Manchester.

13.02.2012 - La Redazione
Villas-Boas
Villas Boas (infophoto)

“Ha sbagliato ad andare subito al Chelsea, non sarà facile per lui. E’ ossessionato dal paragone con Mourinho”. Queste le parole pronunciate dal presidente del Porto Pinto da Costa in estate parlando di Villas Boas. Il tecnico portoghese, classe 77′, aveva appena firmato il contratto con il Chelsea del patron Abramovich. Quest’ultimo aveva pagato la penale da 15 milioni di euro ai portoghesi per strappare lo Special Two al Porto e portarlo allo Stamford Bridge. Special Two perchè è stato assistente in seconda dello Special One, ovvero Josè Mourinho. Il presidente Pinto da Costa dopo aver visto il suo Porto vincere tutto voleva confermare almeno per un’altra stagione Villas Boas, ma quest’ultimo ha preferito accettare il richiamo del Chelsea. Risultato? Il suo Chelsea si trova al quarto posto in classifica assieme all’Arsenal a 43 punti, uno in più del Newcastle, dieci in meno del Tottenham terzo e distacco abissale dai due Manchester. Nell’ultima giornata di campionato ha perso due a zero in casa dell’Everton. Il Chelsea è un colabrodo, i senatori sono quasi tutti contro il portoghese che ha deciso di fare a meno di loro nella sua prima avventura a Londra. Il patron Abramovich è vicino a scoppiare, ovvero a licenziare l’allenatore e a richiamare il buon caro Hiddink, amico del numero uno del Chelsea. Ma Villas Boas ha ancora un’occasione, ovvero il match di Champions contro il Napoli negli ottavi di finale della prossima settimana. Sarà importante per il tecnico portoghese vincere e convincere, la Champions è il suo ultimo scoglio al quale aggrapparsi. L’Inter è spettatrice molto interessata alla vicenda. In Corso Vittorio Emanuele sono convinti che Villas Boas potrebbe riaprire un nuovo ciclo a Milano, magari emulando le geste di Mourinho. Il portoghese conosce bene l’ambiente, per un anno è stato nello staff di Mourinho. Sa bene che a Milano c’è l’esigenza di vincere subito e che il ricordo di Mourinho è davvero forte. Moratti è stanco di cambiare allenatori, quasi certamente Claudio Ranieri non ci sarà più in estate, il presidente nerazzurro dovrà scegliere tra il portoghese e Laurent Blanc, attuale commissario tecnico della Francia, altro personaggio che conosce bene l’ambiente Inter.

I due giovani tecnici sono in pole position per subentrare a Ranieri. Entrambi hanno problemi con i rispettivi datori di lavoro. Anche Blanc non se la passa bene con la Federcalcio francese e potrebbe rispondere “oui” alla chiamata di Moratti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori