CALCIOMERCATO/ Inter, Zarate rifiuta la Russia. Guardiola e quella sciarpa nerazzurra…

I tifosi dell’Inter si aspettavano molto di più da Mauro Zarate. L’argentino ha segnato solo un gol in stagione contro il Cska Mosca. Ma Zarate ha detto no ai russi.

15.02.2012 - La Redazione
mauro_zarate_inter_r400
Mauro Zarate (foto Infophoto)

I tifosi dell’Inter si aspettavano molto di più da Mauro Zarate. Nell’ultimo giorno di mercato estivo i tifosi nerazzurri avevano ormai perso le speranze per l’arrivo di Rodrigo Palacio alla corte dell’allora tecnico Gasperini. Il Genoa aveva appena dichiarato l’ennesimo no per la cessione del giocatore. L’Inter piombò immediatamente su Mauro Zarate che era in rotta con il tecnico della Lazio Reja. I nerazzurri fiutarono l’affare e offrirono 2 milioni di euro per il prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 18 milioni di euro. Una cifra importante. Un prezzo che l’Inter ha già deciso di non pagare a fine stagione. Zarate nell’Inter ha continuato la sua parabola discendente, un fatto anomalo per un ragazzo classe 87′ che nel suo primo anno in Italia aveva mostrato qualità importanti anche sul piano realizzativo. Maurito però sembra soffrire di poca personalità. A Roma con Reja non ha giocato bene, l’unico allenatore con cui ha legato è stato Delio Rossi. A Milano si pensava a un riscatto importante del calciatore argentino e invece l’ennesima delusione. Zarate fino a questo momento ha messo a segno solo un gol in tutta la stagione, contro il Cska Mosca. La Russia nel destino di Zarate. Invece no, perchè l’argentino ha rifiutato tutte le offerte provenienti dal campionato russo. L’ex Lazio non vuole andare in un campionato di minore livello. Certo, forse guadagnerebbe di più, ma Zarate è convinto che in Italia può andare dire molto. Il problema è che all’Inter sembra ormai aver finito il suo credito nei confronti del tecnico Ranieri che non vuole mandarlo in campo. Nell’ultima giornata contro il Novara Zarate è stato spedito addirittura in tribuna a vedere con i propri occhi la sciagurata partita di Zanetti e soci. Ieri intanto si sono giocate due partite di Champions League valide per l’andata degli ottavi di finale. Il Barcellona ha vinto a Leverkusen tre a uno contro il  Bayer con doppietta di Sanchez e gol di Messi. Nel post partita Guardiola a Mediaset Premium ha spiegato il perchè della sciarpa nerazzurra che ha portato al collo per tutto il match: “E’ un regalo di un amico” ha dichiarato un sorridente Guardiola alla tv italiana. Nessun accenno però all’Inter: “Sto bene al Barcellona, alleno la squadra più affascinante del mondo”.

Ma il suo futuro potrebbe essere davvero a tinte nerazzurre. Il suo rinnovo del contratto con il Barcellona non è ancora arrivato, Moratti, presidente dell’Inter, è pronto a dare l’assalto decisivo al tecnico catalano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori