CALCIOMERCATO/ Inter, Pasqualin, Parisi, Bargiggia e Venerato sui nerazzurri: addio Motta buon affare, Lucas a giugno? (esclusiva)

- La Redazione

Ecco i giudizi sul mercato nerazzurro, da parte dei procuratori Pasqualin e Parisi e dei colleghi Bargiggia e Venerato. In generale, valutazioni positive, ma non troppo…

Moratti-1
Massimo Moratti (Infophoto)

Sufficienza un po’ stiracchiata per il mercato nerazzurro, che non riesce a mettere d’accordo tutti. E’ quanto emerge dal forum organizzato da IlSussidiario.net, che ha sentito, in esclusiva sull’argomento, i procuratori Claudio Pasqualin e Fabio Parisi ed i giornalisti Paolo Bargiggia e Ciro Venerato. Per Pasqualin quello dell’Inter è un mercato sufficiente “grazie a Palombo”. La cessione di Thiago Motta, invece, potrebbe essere stata “un buon affare dal punto di vista economico”, non da quello tecnico, visto che Ranieri, fino a ieri, ha sempre detto di voler basare il proprio gioco sulla presenza dell’italobrasiliano. “Si poteva almeno aspettare giugno”, fa notare l’esperto procuratore, ma Moratti ha deciso diversamente. Tra gli altri nuovi arrivi, è Palombo “l’unico in grado di incidere subito”; Juan è una promessa e Guarin, pur bravo, deve scontare un infortunio e non può nemmeno essere impiegato in Champions. E’ probabile che il miglior Guarin, quindi, si vedrà solo dalla prossima estate in poi. Quando bisognerà decidere, una volta per tutte, il destino di Wesley Sneijder: “La sua cessione – sottolinea Pasqualin – porterebbe soldi importanti, ma anche la necessità di sostituirlo con un altro grande campione”. Fredy Guarin sembra piacere di più a Bargiggia, che lo considera un ottimo centrocampista, che “non dovrebbe far rimpiangere Motta”. Il problema, a suo avviso, è un altro, e cioè che il mercato interista sembra “frutto dei momenti di Moratti, non c’è nulla di programmato”. E per spiegarsi fa l’esempio dei procuratori dell’ex-Porto, che all’inizio non venivano nemmeno ascoltati dai vertici di via Durini. Anche il collega di Mediaset pensa che l’affare Motta sia stato positivo economicamente, anche se il suo addio appare, comunque, singolare, visto che Ranieri lo considerava un intoccabile. Gli sforzi di Branca e soci, a questo punto, saranno diretti al mercato estivo, quando si proverà, a tutti i costi, a prendere il brasiliano Lucas. Occhio, però – avverte Bargiggia – alla concorrenza dei club stranieri. Esprime un giudizio “tutto sommato positivo” l’agente Parisi, che plaude agli acquisti di Guarin (“Anche se non potrà dare subito un grande contributo a causa dell’infortunio”) e Palombo, e sottolinea la convenienza della cessione Motta.

“A quelle cifre è stato un affare molto buono. Quindi, al mercato dell’Inter darei un 6,5”. Pollice verso, invece, per Venerato, che considera Palombo “in fase calante”. Se ci mettiamo anche il fatto che, con la partenza di Thiago Motta, l’organico, a suo dire, si è indebolito, la valutazione complessiva non può che essere insufficiente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori