INTER/ Sorpresa Poli, rinascita Milito, delusione Ranocchia

- La Redazione

Il quattro a quattro con il Palermo è sicuramente stato uno spot per il calcio ma non avrà fatto contento i tifosi dell’Inter. Bella prestazione di Poli, superba quella di Milito, male…

Ranocchia
Ranocchia - Inter (Infophoto)

Il quattro a quattro con il Palermo è sicuramente stato uno spot per il calcio ma non avrà fatto contento i tifosi dell’Inter. I nerazzurri continuano a perdere punti importanti e dopo la sconfitta contro il Lecce arrivare il rocambolesco pareggio casalingo contro il Palermo. Per i nerazzurri la rincorsa al terzo posto diventa difficile, l’Udinese è avanti di cinque punti, la Lazio, quarta in classifica, è tre punti sopra. Sabato sera c’è il difficile match contro la Roma di Luis Enrique, occorrerà vincere per continuare la corsa al terzo posto. Ieri l’Inter ha sprecato una ghiotta occasione, non sfruttando la grande vena realizzativa del Principe Milito, autore di ben quattro gol. Per lui primo poker in Italia, 12esima rete in campionato, tredicesima stagionale. Finalmente numeri da Principe. Nella scorsa stagione Milito sembrava aver perso il fiuto con il gol che lo aveva portato nella storia dell’Inter nell’anno del Triplete. L’arrivo di Ranieri ha sicuramente rivitalizzato il giocatore argentino che sembra tornato quello di due anni fa, ogni pallone che tocca si tramuta in gol. Ieri quattro gol in maniera diversa. E c’è stato anche il quinto sigillo annullato dall’arbitro. Milito a questo punto si candida per il titolo capocannonieri visto che Ibrahimovic e Di Natale sono distanti solo tre gol. L’Inter ritrova il grande bomber sudamericano ma ieri Ranieri sarà sicuramente stato contento di vedere un Poli in grande spolvero. Il giovane centrocampista ex Sampdoria si è piazzato accanto a Cambiasso a centrocampo e ha dato prova di grande padronanza del ruolo, ha duettato bene con Sneijder e si è meritato un bel 7 in pagelle da molti quotidiani sportivi. Un ragazzo totalmente recuperato dal punto di vista fisico, a inizio stagione ha sofferto tanto per uno stiramento mal curato nell’ultima stagione a Genova. Potrebbe tornare utile a Prandelli. Il c.t. dell’Italia è invece preoccupato dal momento di Andrea Ranocchia, difensore nerazzurro e della Nazionale italiana. Ranocchia, classe 88′, ieri ha disputato una pessima partita affondato dalle magie di Fabrizio Miccoli che per ben due volte lo ha superato in velocità e ha infilato la porta di Julio Cesar. Il giovane difensore azzurro non sta attraversando un ottimo momento di forma, Ranieri non lo schiera titolare, ieri ha giocato al posto di Samuel e lo ha fatto rimpiangere.

Le qualità non sono in discussione ma è chiaro che un giocatore con il suo fisico dovrebbe giocare maggiormente perchè rischia di perdere la forma migliore. Ranocchia dovrà cercare di convincere Ranieri perchè il treno per gli Europei di giugno potrebbe non passare per lui.

Le qualità non sono in discussione ma è chiaro che un giocatore con il suo fisico dovrebbe giocare maggiormente perchè rischia di perdere la forma migliore. Ranocchia dovrà cercare di convincere Ranieri perchè il treno per gli Europei di giugno potrebbe non passare per lui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori