CALCIOMERCATO/ Inter, Sneijder sul futuro: “Resto alla finestra”

All’emittente olandese Nos, il numero 10 dell’Inter ha ribadito di trovarsi bene a Milano, aprendo però a nuove possibilità per il futuro. E il Manchester resta sempre in agguato…

08.02.2012 - La Redazione
Sneijder
Sneijder (infophoto)

Acque mosse sul fronte Wesley Sneijder. Interpellato dall’emittente olandese Nos, il trequartista ha alimentato le indiscrezioni sul proprio futuro aprendo a nuove possibilità per l’anno prossimo. Il recente bisticcio con Ranieri, tecnico e verbale, aveva già incrinato la posizione del numero 10 all’interno del club. Le dichiarazioni odierne spargono benzina sul fuoco: Sneijder sa bene quanto ancora sia appetito dalle grandi d’Europa, Manchester in primis, e le sue frasi suonano come una strizzatina d’occhio: “Sto sempre ad osservare cosa può succedere, non escludo mai alcuna possibilitàSto bene all’Inter ma non so dove giocherò la prossima stagione. Se la settimana scorsa qualcuno avesse fatto un’offerta, forse sarei partito. Ma la verità è che sono felice all’Inter”. C’è da preoccuparsi seriamente? Dipende. Dagli estimatori e da quel che succederà all’Inter. Sneijder ha conquistato il mondo con la maglia dell’Inter, ed è ovviamente legato ai colori nerazzurri. E’ chiaro però a 27 anni ancora da compiere, ovvero nel pieno della parabola agonistica, un giocatore del suo calibro abbia la pretesa di poter competere ai massimi livelli. Cosa che evidentemente l’Inter di oggi non può garantirgli. Moratti ha appena promesso nuovi sforzi sul mercato estivo, ma in questo momento i nerazzurri sono un cantiere aperto. Meglio lo United? L’olandese ci pensa: “Chi non vorrebbe giocare in un club come quello di Ferguson? Ma – precisa – non ci sono mai stati contatti concreti“. Per ora si resta sul possibilismo, ma in estate le cose potrebbero farsi più serie: a Manchester non si fanno certo problemi di soldi (da entrambe le parti), e Ferguson non ha mai nascosto la propria ammirazione per il campione oranje. Sul quale peraltro incombono altre dorate tentazioni. L’America è sempre dietro l’angolo: gli argomenti tecnici saran quel che saranno, ma la recente vicenda di Eto’o ha dimostrato che nulla è impossibile ad un pungo (‘no sganassone…) di dollari. Sull’ipotesi MLS, Sneijder è stato più cauto, spostando il progetto più in là: “E’ qualcosa a cui penso. Ma non nell’immediato, semmai in un futuro più lontano. Al momento non penso a dove giocherò la prossima stagione“. Tradotto può significare: per l’american dream c’è tempo; ora do tutto per l’Inter, poi si vedrà. 

Oppure: do tutto, poi basta? Al tempo la risposta. Quel che è certo è che il futuro del fuoriclasse nerazzurro passa anzitutto dal presente. E quindi da Ranieri: se il tecnico romano continuerà a piegarne l’estro nella rigidità del suo amato 4-4-2, è probabile che il ragazzo possa davvero cominciare a fare i capricci. Dopo tutto, avrebbe gli estimatori per permetterselo. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori