CALCIOMERCATO/ Inter, Forlan e Zarate verso l’addio

- La Redazione

L’eliminazione dagli ottavi di Champions League contro il Marsiglia è l’emblema del fallimento dell’Inter in questa stagione. Sbagliati molti acquisti, in particolare Forlan e Zarate.

Forlan
Diego Forlan, attaccante Inter - Infophoto

L’eliminazione dagli ottavi di Champions League contro il Marsiglia è l’emblema del fallimento dell’Inter in questa stagione. Un fallimento cercato dalla società che da almeno due anni sbaglia la propria strategia sul mercato. I nerazzurri quest’anno hanno ceduto un campionissimo come Eto’o in estate, un giocatore che nella scorsa stagione è stato il capocannoniere della squadra mascherano molte lacune del gioco dei nerazzurri. A gennaio invece è stato ceduto il fulcro del gioco dell’Inter, ovvero Thiago Motta, centrocampista italo-brasiliano ceduto per 10 milioni di euro al Psg. Risultato? Inter senza idee e gioco e soprattutto senza un campionissimo in attacco. Perchè Milito non è più giovanissimo e Pazzini non si è dimostrato un campione. In attacco poi per sostituire il camerunense è stato acquistato Diego Forlan, ex grande goleador dell’Atletico Madrid che all’Inter sta fallendo miseramente. Forlan, classe 79′, è arrivato all’Inter per 5 milioni di euro, la sua avventura con l’Atletico Madrid era già finita e il giocatore voleva provare una nuova opportunità di lavoro. L’Inter sperava di aver fatto centro e invece si è ritrovata con un giocatore svuotato che sembra aver perso mordente in area di rigore. Numeri impietosi anche per lui, solo due gol segnati in mezzo a una stagione condizionata anche da infortuni. Ieri al momento della sostituzione il pubblico di San Siro lo ha fischiato mostrando di non gradire il modo di giocare dell’abulico uruguagio. Forlan quasi certamente andrà via a fine stagione, per lui si parla addirittura di un possibile ritorno in Sudamerica. Alcuni club brasiliani vorrebbero puntare su di lui, di certo l’Inter non sembra voler puntare ancora su giocatori che hanno già dato tutto. In attacco durante la campagna acquisti estiva è arrivato anche Mauro Zarate, attaccante argentino di proprietà della Lazio che quasi certamente non verrà riscattato. Anzi, senza quasi. Il motivo? Un gol in stagione, nessuna partita degna di nota, nessuno spunto. Non che le qualità tecniche manchino all’argentino, anzi, il problema è a livello mentale visto che Zarate non è alla prima stagione fallimentare da quando è in Italia. L’ex Lazio tornerà nella Capitale ma quasi certamente andrà via visto che l’ambiente biancoceleste vuole giocatori capaci di essere decisivi.

Gli acquisti sbagliati hanno pesato tantissimo, anche perchè sono arrivati anche altri giocatori come Jonathan che non hanno lasciato traccia, mentre Palombo non sembra essere un centrocampista adatto a grandi palcoscenici. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori