CALCIOMERCATO/ Inter, Bergomi-Oriali-Materazzi, perchè i cuori nerazzurri fuori dalla società?

- La Redazione

Una squadra è vincente non solo a livello tecnico ma anche a livello dirigenziale. Una società diventa davvero forte quando in società ha persone competenti che amano il club.

Oriali
Oriali (infophoto)

Una squadra è vincente non solo a livello tecnico ma anche a livello dirigenziale. Una società diventa davvero forte quando in società ha persone competenti che amano il club. L’Inter al momento non ha nulla a livello di rosa e di società. La squadra è vecchia e va rifondata completamente, mentre in società si sta sbagliando spesso ultimamente, soprattutto per quanto riguarda il mercato. Da due stagioni il direttore dell’area tecnica Marco Branca sta sbagliando tanto, il presidente Moratti però non sembra voler mandare via il dirigente nerazzurro che è stato per qualche anno un calciatore dell’Inter. Niente a che vedere con la carriera di Bergomi, Oriali e Materazzi con la casacca nerazzurra. Tre personaggi che all’Inter hanno dato tanto e tutto da giocatore, ma che al momento non stanno ricevendo molto dall’Inter. Beppe Bergomi è stato fino a qualche tempo fa il giocatore con il maggior numero di presenze con la maglia dell’Inter. L’ex difensore nerazzurro, Campione del Mondo nel Mondiale dell’82’ con l’Italia, oggi è un apprezzato telecronista di Sky, che da qualche settimana è tornato a commentare le partite dell’Inter dopo il litigio tra Sky Sport e il presidente Moratti per una telecronata fatta dal duo Caressa-Bergomi in cui citarono un errore dell’arbitro pro Inter, si trattata di Inter-Lazio. Moratti si è infuriato. Da tempo i tifosi dell’Inter si chiedono perchè Bergomi non sia mai entrato in società anche solo per un ruolo di allenatore. Per la verità Bergomi è stato per un anno allenatore degli esordienti Inter, poi è sparito di scena. Qualche tempo fa ha dichiarato: “Per tornare all’Inter è complicato, mi accontenterei di allenare i pulcini. L’unico che ha cercato di riportarmi è stato Facchetti ma non c’è riuscito, lo ringrazierò per sempre”. Lele Oriali ha dato tanto all’Inter sia da giocatore che da dirigente. Con lui è nata l’Inter di Mancini e quella di Mourinho che ha poi vinto il Triplete. Dopo l’addio del portoghese l’Inter decide di mandarlo via, si è poi saputo che la decisione di Moratti è stata caldeggiata da Branca. Oriali ha sempre chiesto di poter tornare all’Inter, ma Moratti non sembra voler puntare nuovamente su di lui spalleggiando Branca. L’ultimo a lasciare l’Inter è stato Marco Materazzi, difensore nerazzurro fino alla scorsa stagione. Materazzi è libero, la sua carriera di calciatore sembra finita. In molti lo vorrebbero in società magari per fare da collante tra lo spogliatoio e la società. Al momento però per lui non è arrivata nessuna offerta dall’Inter.

Il rischio è che un altro pezzo di Inter possa finire nel dimenticatoio da parte della dirigenza nerazzurra. Difficile immaginare il perchè di questi allontanamenti, di certo i tifosi dell’Inter vorrebbero vedere in società personaggi che amano l’Inter. La società di Moratti dovrà crescere a livello dirigenziale, solo in quel momento si potrà pensare alla vittoria come ai tempi di Mourinho.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori