CALCIOMERCATO/ Inter, Mourinho: “Posso tornare”

- La Redazione

“Un ritorno all’Inter? Un ritorno a casa è sempre possibile: l’Inter è casa mia e un giorno potrei ritornare” parole e musica di José Mourinho che torna ad infiammare il calciomercato. 

jose_mourinho_R400
Josè Mourinho (Infophoto)

“Un ritorno all’Inter? Un ritorno a casa è sempre possibile: l’Inter è casa mia e un giorno potrei ritornare”. Nel giorno della presentazione di Stramaccioni e dell’ennesimo esonero di Massimo Moratti, la voce di Mourinho torna ad animare la mente e i sogni dei tifosi nerazzurri. Che lo Special One sia in cima alla lista dei sogni di ogni sostenitore interista non è un mistero, anzi. Storie di Triplete e tituli, di grandi vittorie e di una figura che dalle parti di Appiano Gentile è ancora venerata alla stregua di un profeta. Il traghettatore ed il massimo esponente di un ciclo ormai giunto al suo epilogo nuovamente sulla panchina interista per aprirne uno nuovo che, si spera, possa essere ugualmente vittorioso… Ipotesi suggestiva ed affascinante, ma realmente attualizzabile? Almeno stando alle parole del vate di Setubal, assolutamente sì. Inutile negare il contrario, perché la stima di Moratti nei suoi confronti è rimasta pressoché immutata, se non aumentata con il passare del tempo e con il nostalgico ricordo delle vittorie che furono. D’altro canto lo stesso allenatore lusitano ha sempre avuto parole al miele per la società meneghina e per dei tifosi che lo hanno amato più di chiunque altro. Insomma non si tratta di fantacalcio, perché l’apertura è netta e lascia poco scampo alle interpretazioni. Con il suo Real Madrid primo nella Liga, a +6 dal Barcellona, e con un piede e mezzo nelle semifinali di Champions League, anche la Spagna potrebbe presto diventare territorio di conquista; per questo l’ipotesi di un abbandono a fine stagione non sarebbe più una chimera. L’ha sempre fatto José: vincere e abbandonare in cerca di nuove fortune. È la fame, lo spirito vincente che lo spinge a cambiare aria, per cercare nuove sfide. E dopo aver vinto praticamente ovunque, quale avventura più affascinante del ritorno nella Milano nerazzurra per compiere l’ennesimo miracolo: far rinascere una squadra apparentemente senza prospettive. Fino ad oggi, il futuro dello Special One per il post-Real pareva inevitabilmente essere l’Inghilterra e la Premier League con l’eredità di Sir. Alex Ferguson da raccogliere in quel di Manchester. Oggi però qualcosa è cambiato, un nuovo spiraglio si è aperto. Del resto uno come lui non rilascia mai dichiarazioni casualmente e le parole concesse ai microfoni di Premium Calcio possono avere molti significati.

“Cosa dire ai tifosi? Sono uno di loro”. Una dichiarazione d’amore che getta altra benzina sul fuoco dei sogni. Il ritorno all’Inter da oggi non è più impossibile. Semplicemente difficile, ma di questi tempi una chiamata può cambiare la vita. In fondo la strada verso giugno è ancora lunga e piena di sorprese.   



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori