CALCIOMERCATO/ Inter, Ozil rivela: “Nel 2010 ho rifiutato l’offerta di Moratti”

- La Redazione

Nel 2010, Mesut Ozil era uno dei giocatori più contesi sul mercato. Se lo aggiudicò il Real Madrid, ma oggi il tedesco rivela che anche l’Inter si era fatta avanti con un’offerta.

Ozil_R400
Mesut Ozil (Infophoto)

Mesut Ozil poteva essere un calciatore dell’Inter. E’ lo stesso tedesco a rivelarlo, nel corso di un’intervista alla Bild. Queste le sue parole: “Nel 2010 ho ricevuto tante offerte, ma sono felice di aver scelto il Real Madrid. Punto a vincere Liga e Champions League, oltre all’Europeo con la Germania”. Non saranno felicissimi i tifosi dell’Inter nell’apprendere la notizia. Ozil, 23 anni, poteva essere l’uomo del nuovo corso nerazzurro: all’epoca, la società di Moratti aveva appena vinto tutto, ed era a un bivio: vendere alcuni dei pezzi pregiati della squadra, che avevano una valutazione elevatissima sul mercato, oppure confermare tutti e provare ad allungare la striscia di successi. La storia la conosciamo: il presidente scelse la seconda via, l’Inter vinse sì il Mondiale per Club a dicembre ma poi andò incontro al declino: eliminazione dai quarti di finale di Champions League con umiliazione casalinga contro lo Schalke 04, e quest’anno i noti problemi. Col senno di poi è facile dire che Moratti avrebbe dovuto vendere Maicon, Milito, Sneijder; ma vai a pensare che alla fine di tutto sarebbe andata in questo modo. Oggi però, dalle parole di Ozil, sappiamo che in realtà Branca si era mosso per rinnovare il gruppo; e sapendo bene quale sia la zona di campo nella quale agisce il tedesco di origine turca, possiamo anche fareà due più due e ipotizzare che l’eventuale acquisto del fantasista avrebbe probabilmente portato a una cessione di Sneijder, proprio lui che la scorsa estate fu trattenuto ad Appiano Gentile – e fu invece ceduto Eto’o. Oggi potremmo raccontare una storia diversa: se l’operazione fosse andata in porto, probabilmente oggi l’Inter sarebbe una squadra diversa e non vivrebbe questi problemi. Chissà, forse sulla decisione di Ozil ha influito il fatto che sulla panchina del Real Madrid si fosse appena insediato José Mourinho; e allora, i rimpianti aumentano. Anche qui, però, non si poteva certo sapere che Sneijder sarebbe incorso in problemi fisici e messo a margine del progetto di Ranieri in nome del 4-4-2. L’unica storia che possiamo raccontare è l’unica possibile, ovvero quella reale: al termine dei due anni trascorsi a Brema, Mesut Ozil firmò con il Real Madrid per 15 milioni di Euro, e oggi dichiara: “Il Real è il migliore club al mondo, e io voglio chiudere la carriera con questa maglia”. Porte chiuse al mercato: anche perchè le merengues non hanno nessuna intenzione di cederlo, e il prezzo del cartellino nel frattempo si è impennato: servirebbero almeno 25 milioni di Euro per acquistarlo. 

Ipotesi sfumata, quindi: come ricordava anche Galliani a proposito di Tevez, certi treni passano una volta sola. Ozil è salito su quello che portava a Madrid, e ora dirottarlo a Milano è un affare maledettamente complicato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori