PROBABILI FORMAZIONI/ Inter-Catania: notizie alla vigilia (ventiseiesima giornata serie A)

- La Redazione

Il posticipo della 26esima di serie A è Inter-Catania. Nerazzurri in astinenza da gol da cinque partite, il Catania quasi salvo punta a qualcosa in più. Leggi le probabili formazioni.

Sneijder_R400
Wesley Sneijder torna titolare dietro le punte (Infophoto)

Inter-Catania chiude il programma della 26esima giornata di serie A. Le due formazioni in classifica sono separate da soli 3 punti: merito del Catania, certo, e di Montella che sta guidando alla grande il gruppo; ma anche colpa dell’Inter, che nel girone di ritorno ha conquistato un solo punto in sei giornate, non segna da 471 minuti compresa la Champions League e si ritrova in un incubo, settima in classifica, avendo dato addio allo scudetto e, chissà, forse anche al terzo posto. Il Catania ha – quasi – chiuso il discorso salvezza, sogna qualcosa di più ma sa che la gara di San Siro va affrontata con attenzione, soprattutto perchè l’avversario è ferito e ogni occasione è buona per rialzarsi. in conferenza stampa Ranieri ha precisato che Sneijder, non nel suo anno migliore a detta del testaccino, deve giocare dietro le punte (o la punta). Siccome il tecnico vuole riproporre il suo fedele 4-4-2, l’olandese va in panchina senza esitazioni, dopo che Ranieri aveva provato a renderlo partecipe del suo progetto, con scarsi risultati. Non convocato Stankovic, non per le polemiche sulla sostituzione di Napoli (così ha detto l’allenatore) ma per qualche problema in settimana. Si rivede Palombo: con questo schema l’ex Sampdoria è funzionale per agire al fianco di Cambiassio. Sulle fasce ci saranno Faraoni (è una scommessa di Ranieri: giusto che giochi) e Nagatomo che alza il suo raggio di azione perchè come terzino giocherà Zanetti e no Chivu, le cui amnesie ultimamente non sono piaciute. Davanti torna la coppia migliore: Milito è l’unico ad aver timbrato il cartellino nel 2012, Pazzini è in rottura prolungata ma certo pare più affidabile di Forlan e Zarate, il quale ancora una volta si accomoda in tribuna. Convocato Juan Jesus: “Un premio”, ha detto Ranieri. Ma non è al meglio: andrà in tribuna. Nel Catania sono sempre fuori Potenza, Biagianti e Campagnolo, mentre recuperano Barrientos, Gomez e Izco, oltre a David Suazo che è un ex ma presumibilmente non sarà nemmeno in panchina. Montella non ha bisogno di giocare a nascondino: in campo andranno quelli che l’hanno portato fino a qui. Unico dubbio, se si può parlare di dubbio, in difesa: Motta con grande vantaggio per la fascia destra su Bellusci, il resto è confermatissimo, a partire da Lodi e Almiron che sono il motore di questa squadra e dal peso di Bergessio in attacco. In porta ancora Carrizo. Nelle prossime pagine le probabili formazioni di Inter-Catania.

 

 Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, J. Zanetti; Faraoni, Palombo, Cambiasso, Nagatomo; Milito, Pazzini. All. Ranieri

A disp: Castellazzi, Cordoba, Chivu, Poli, Obi, Sneijder, Forlan

Squalificati: Castaignos

Indisponibili: Ranocchia, Guarin, Stankovic

 Carrizo; M. Motta, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Lodi, Almiron; Barrientos, Bergessio, Gomez. All. Montella

A disp: Kosicky, Bellusci, Llama, Seymour, Ricchiuti, Catellani, Ebagua

Squalificati:

Indisponibili: Campagnolo, Potenza, Biagianti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori