INTER/ Dal discorso di Julio Cesar alla sostituzione di Cambiasso, c’è stata la svolta?

- La Redazione

In altri momenti il pareggio casalingo dell’Inter a Catania verrebbe visto come una mezza sconfitta, di questi tempi è già tanto se non si sono lasciati altri tre punti a San Siro

Cambiasso
Esteban Cambiasso (Infophoto)

In altri momenti il pareggio casalingo dell’Inter a Catania verrebbe visto come una mezza sconfitta, di questi tempi è già tanto se non si sono lasciati altri tre punti a San Siro. L’Inter di Ranieri sembra un pugile ormai suonato, sconfitto, ma ieri ha dimostrato un po’ di orgoglio contro un Catania determinato che correva il doppio degli avversari. Nel primo tempo solo Catania, gli etnei giocano bene merito di tanti bravi giocatori di stampo sudamericano e di un tecnico, Montella, non troppo apprezzato a Roma, sponda giallorossa. Il Catania passa in vantaggio con El Papu Gomez che si beve Nagatomo e fa partire un destro imparabile per Julio Cesar. Il raddoppio arriva nel finale del primo tempo con Izco su assist di Marchese, ma quest’ultimo era in chiaro offside. Sembra l’inizio dell’ennesimo tonfo casalingo dopo quelli contro Novara e Bologna e invece nella ripresa qualcosa cambia. Ieri sera nel post partita capitan Zanetti ha rivelato che durante l’intervallo il portiere brasiliano Julio Cesar, uno che non dorme la notte per il brutto momento dell’Inter, ha fatto un discorso chiaro ai suoi compagni: “E’ stato un bel discorso, Julio ha dato la carica giusta con parole importanti”. Non è che l’Inter sia entrata in campo versione Real Madrid, però qualcosa è cambiato. Forlan si è ricordato di come si salta un avversario e di come si segna, dopo il gol ha mostrato tutta la propria rabbia anche contro quel San Siro che lo ha fischiato in più di un’occasione. L’altro tassello per la rimonta nerazzurra è stato il cambio effettuato da Ranieri che si è ricordato di aver vinto un derby di Roma cambiando nell’intervallo sia De Rossi che Totti. Per questo il tecnico romano ha richiamato in panchina Cambiasso (assieme all’evanescente Palombo) per inserire due giovani come Poli e Obi. Il centrocampo dell’Inter è cambiato, perchè i due ragazzi correvano quanto gli avversari. Così è arrivato anche il gol del pareggio di Milito che non segnava dal primo febbraio. Nel finale c’è stata anche la grande occasione del gol vittoria non sfruttata clamorosamente da Pazzini che adesso sembra diventare un caso. Dopo l’errore a Napoli ecco un altro errore importante che avrebbe regalato all’Inter tre punti importanti ma immeritati. E’ stata la scossa giusta? I tifosi sperano di si anche perchè l’Europa è lontanissima.

L’Inter dovrà cercare di finire nel migliore dei modi la stagione e soprattutto valutare bene gli uomini in rosa. Ieri l’inserimento di Poli in mezzo al campo ha dato i propri frutti, forse Ranieri dovrà pensarci bene prima di lasciare in panchina il ragazzo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori