CALCIOMERCATO/ Inter, rivoluzione estiva, senza Champions è dura!

- La Redazione

Di questo passo sarà difficile vedere l’Inter in Europa nella prossima stagione. I nerazzurri sono a meno undici dalla Lazio, difficile pensare a un grande recupero.

marco_branca_inter_r400
Marco Branca (Infophoto)

Di questo passo sarà difficile vedere l’Inter in Europa nella prossima stagione. I nerazzurri sono a meno undici dalla Lazio che è al terzo posto in classifica ovvero nell’ultimo posto disponibile per andare in Champions League. Difficile se non impossibile recuperare così tanti punti soprattutto perchè sopra i nerazzurri ci sono anche Udinese, Napoli e Roma. Il catastrofico inizio del girone di ritorno ha fatto precipitare l’Inter dalle ambizioni Scudetto a cercare un posto in Europa League che al momento è occupato da Udinese e Napoli. Difficile fare meglio in questo momento per l’Inter anche se i tifosi e soprattutto Ranieri sperano che la reazione contro il Catania possa essere un sintomo di una ritrovata grinta. Anche perchè il problema riguarderà anche la prossima stagione. Si parla tanto di rivoluzione con il possibile arrivo di un altro allenatore. Ma dovesse arrivare Villas Boas non si accontenterebbe di certo di giocatori di secondo livello. L’Inter senza Champions League perderà circa 40 milioni di euro di introiti derivanti dall’accesso e dalla stagione nella massima competizione internazionale. Non solo, questa stagione balorda sta sicuramente deprezzando la rosa nerazzurro. In un bel dossier compilato da Panorama si parla del valore attuale della squadra che ha perso circa 50 milioni di euro dall’inizio della stagione. A gennaio è partito Thiago Motta uno dei pochi ad avere mercato. Negli anni scorsi Moratti ha costruito l’Inter grazie alle cessioni di Ibrahimovic, Balotelli, Eto’o, in estate su chi punterà? Sneijder ha perso tantissimo valore, l’olandese non viene più valutato 40 milioni di euro come nel periodo post Mondiale, oggi si parla di una valutazione vicina ai 20 milioni di euro. Gli errori commessi con Maicon e Milito si pagheranno in estate. Entrambi dopo il Triplete furono cercati dal Real Madrid che avrebbe offerto molti soldi. Ma l’Inter decise di blindare i due giocatori e a Milito fu fatto un contratto da 5 milioni di euro netti a stagione. Adesso Maicon e Milito valgono meno di 10 milioni di euro. Molti giocatori stanno giocando male, basti pensare a Pazzini, acquistato per 19 milioni di euro e a Ranocchia che è costato circa 18 milioni di euro. L’Inter dovrà cercare di impostare il mercato attraverso scambi o ricapitalizzazioni da parte di Moratti.

Soprattutto bisognerà non sbagliare per l’ennesima volta il mercato perchè dopo due anni buttati con acquisti errati i nerazzurri non potranno permettersi di ripetere una stagione infausta che porterà gravi perdite all’Inter.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori