DIRETTA/ Inter-Genoa live (3-1 p.t. Serie A 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Inter-Genoa va al riposo e i giocatori si preparano a una ripresa intensissima. Chi vincerà questa partita fondamentale per le due squadre? La diretta di Inter-Genoa live in temporeale

mauro_zarate_inter_r400
Mauro Zarate (foto Infophoto)

Si chiude sul risultato di il primo tempo di Inter Genoa, partita dominata dall’attesa per l’esordio sulla panchina nerazzurra del giovane Stramaccioni. Ed è un’attesa che viene premiata, visto che questi 45 minuti regalano un’ottima Inter, soprattutto sul piano del carattere e della personalità, che la portano a dominare assolutamente il gioco, sfondando a ripetizione soprattutto da sinistra, e a capitalizzare al massimo le tante occasioni che ha, come non succedeva da troppo tempo. Le azioni dei nerazzurri sono fluide, veloci, ariose, anche se ovviamente è troppo presto per celebrare il neoallenatore: potrebbe trattarsi della solita reazione d’orgoglio di grandi giocatori che tirano fuori quello che avevano dimenticato. Comunque, tanto basta al popolo nerazzurro, che apprezza e per ora gode. Per quanto riguarda il Genoa, poca concretezza, ma ben 8 angoli: e gli sforzi vengono premiati nel recupero, con un gol che potrebbe riaprire la gara. L’Inter parte subito forte, e al 13′ è già in vantaggio: grande tacco di Cambiasso per Zarate, che salta un uomo, si accentra e poi libera Forlan che da sinistra pennella per l’incornata da un metro di Milito. Galvanizzati, i nerazzurri non mollano l’acceleratore, anzi continuano a spingere, trovando il raddoppio al 27′, quando Milito raccoglie un lancio dalla difesa bucato in modo imbarazzante da Kaladze, e a tu per tu con Frey non sbaglia, come nei tempi d’oro. Il sigillo sulla gara è di Samuel, che al 38′ mette dentro da mezzo metro un cross teso di Lucio sugli sviluppi dell’unico corner nerazzurro. Di corner invece il genia ne aveva battuti a raffica, senza riuscire mai a rendersi pericoloso, a parte all’inizio con Sculli: e proprio Sculli, ancora da corner, propizia invece il gol che riapre il match, con una rovesciata, a seguito di una respinta di Cambiasso sulla linea, che viene deviata da Moretti. Si chiude qui il primo tempo, con la sensazione che se il Genoa rientrerà motivato, sarà una gran bella partita, che vedrà il grifone all’arrembaggio, a cui risponderà un’Inter che negli spazi potrebbe rivelarsi letale grazie all’ottimo palleggio fin qui esibito. 

PAGELLE PRIMO TEMPO
INTER: 7: gioco molto èpiacevole, di prima, arioso, soprattutto intelligente: le azioni a caso della gestione rapirei sono già un brutto ricordo
GENOA: 5.5: il gol è il premio per lo sforzo offensivo evidenziato dai tanti corner, ma l’atteggiamento è davvero pessimo, così come le manovre di gioco
MIGLIORE INTER: Forlan, 7: sfonda a sinistra come e quando vuole, e pennella cross deliziosi: da uno di questi nasce il gol del vantaggio
MIGLIORE GENOA: Biondini, 6.5: nel marasma dei suoi compagni, è l’unico che cerca lucidamente il modo per aggredire l’Inter
PEGGIORE INTER: Chivu, 6: si limita al compitino in difesa, ma se attaccasse, da quella parte insieme a Forlan farebbe sfracelli
PEGGIORE GENOA: Palacio, 5: soprattutto per aver deluso le aspettative: se la squadra vede il suo leader confuso e demotivato, ne risente e crolla (Giovanni Gazzoli Twitter @giogazzoli)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori