CALCIOMERCATO/ Inter, parte la missione James Rodriguez

- La Redazione

Nerazzurri interessati al talento colombiano del Porto. La dirigenza lo sta seguendo da vicino ma dovrà fare i conti con la concorrenza dei top club europei…

james_rodriguez_r400
James Rodriguez, obiettivo nerazzurro (Infophoto)

James David Rodriguez Rubio, meglio conosciuto come James Rodriguez, è il sogno proibito dell’Inter. I nerazzurri, così come molti altri top club europei, se ne sono invaghiti perdutamente. Non manca, tra gli addetti ai lavori, la convinzione che il ragazzo – classe 1991 – possa diventare un grandissimo del calcio mondiale. Addirittura ai livelli di un Cristiano Ronaldo, a cui è stato più volte accostato. Nazionale colombiano, nativo di Cùcuta, si disimpegna al meglio sia nel ruolo di trequartista puro che in quello di ala, preferibilmente a sinistra. La sua carriera professionistica è iniziata nel 2006 in un piccolo club, l’Envigado. Dopo due anni l’esperienza in Argentina, con la maglia del Banfield, laddove inizia a mettersi in mostra e a catturare l’attenzione dei talent-scout mondiali. Il trasferimento in Europa arriva nel 2010, tra le fila del Porto, che lo strappa alla concorrenza sborsando poco più di 5 milioni di euro per il 70% del cartellino. Ora Rodriguez vale tanto oro quanto pesa. Basti pensare che nel suo nuovo contratto – valido fino al 2016 – esiste una clausola rescissoria dell’ammontare di 45 milioni di euro. Secondo O Jogo, la dirigenza interista lo osserverà da vicino nella prossima gara contro il Braga. Sugli spalti, a quanto pare, saranno presenti anche emissari di Manchester United e Paris Saint-Germain. Tutte squadre di altissimo livello, come si vede: si profila dunque un’appassionata contesa di mercato. Del resto Massimo Moratti lo conosciamo, è fatto così. Quando vede un giocatore di classe, di fantasia, un artista del dribbling, se ne innamora subito. E’ stato così in passato con tanti giocatori, anche non fenomenali – valga per tutto l’esempio di Alvaro Recoba, esempio di talento sprecato… – ma di quelli capaci di accendere una partita in ogni momento. Non a caso, al patron nerazzurro è tornata anche una bella cottarella per Mario Balotelli, uno che riprenderebbe anche domani mattina. E forse lo farà, l’affare sembra tutt’altro che da escludere. Il Manchester City e persino Mancini sembrano non poterne più di lui. L’Inter, nel corso del tempo, ha riconosciuto che la cessione del ragazzo è stata un errore, nonostante le perplessità sul suo carattere. SuperMario è un talento puro, di quelli che possono fare una doppietta in pochi minuti.

Dunque, va perdonato. Vi immaginate un attacco tutto fantasia con lui e Rodriguez?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori