CALCIOMERCATO/ Inter, Sneijder e non solo: ecco “le scelte dolorose” di Branca

- La Redazione

Nessuno è incedibile in quel di Milano, sponda Inter. Il direttore dell’area tecnica Marco Branca, ha annunciato scelte dolorose nelle prossime settimane: ecco quali potrebbero essere

Sneijder_amareggiato
Wesley Sneijder (infophoto)

«Quest’anno dobbiamo fare delle scelte che possono pesare dal punto di vista economico e che possano portare frutti nel giro di qualche stagione». Così ha parlato ieri il direttore dell’area tecnica Marco Branca, intervistato sul calciomercato dai microfoni di Radio Radio. Il dt di corso Vittorio Emanuele annuncia probabili cessioni eccellenti e i tifosi già temono uno smantellamento della squadra, vedendo anche come sta volgendo il mercato attuale, pochi arrivi, tanti fallimenti, e idee confuse. Ma cerchiamo di capire quali potrebbero essere queste cessioni dolorosi a cui il dirigente dell’Inter fa riferimento. La sensazione circolante, tesi condivisa anche dal noto Gianluca Rossi, intervistato in esclusiva dalla nostra redazione, è che alla fine tutti siano cedibili e che nessun nerazzurro pare avere il posto assicurato in quel di Appiano Gentile. Si parte naturalmente dai big, da quei calciatori che permetterebbero maggiori introiti dal punto di vista economico. In cima alla lista c’è Maicon, che piace ancora a tante squadre del Vecchio Continente e dal quale si potrebbero incassare almeno una decina di milioni di euro. Leggendo le dichiarazioni di Branca potrebbe tornare d’attualità anche il nome di Wesley Sneijder, trequartista reduce da un Europeo disastroso (non per colpa sua ) con l’Olanda che se tentato da offerte super potrebbe decidere di svestire per sempre la casacca meneghina. L’anno scorso costava 30/35 milioni di euro, quest’anno ne potrebbero bastare fra i 25 e i 30, una somma decisamente interessante, che permetterebbe alle casse nerazzurre di respirare anche in ottica fair play finanziario. Attenzione poi a quello che succederà in attacco, soprattutto in caso di ritorno alla Pinetina di Mattia Destro. L’attaccante quest’anno al Siena, reduce da un’ottima stagione, sembra destinato a fare rientro a Milano e a quel punto l’attacco sarebbe più che intasato. Potrebbe essere sacrificato (oltre a Forlan), Giampaolo Pazzini (clicca QUI per leggere l’articolo), che viene da un’annata disastrosa ma che ha ancora moltissimo mercato. Fiorentina, Sampdoria e Lazio lo seguono, senza dimenticarsi del Paris Saint Germain di Ancelotti, in cerca di un attaccante. Infine il caso più spinoso, quello relativo ad Andrea Ranocchia. Il giocatore, in caso di offerta ritenuta consona, potrebbe essere ceduto ma non in Italia. La Juventus lo segue ma l’Inter non vuole rinforzare una concorrente.

La metà più gettonata potrebbe essere il Manchester City di Mancini ma serve un assegno da 18 milioni. L’Inter acquistò il giocatore dal Genoa per circa 19 milioni di euro, un prezzo sicuramente alto per un giovane calciatore molto abile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori