CALCIOMERCATO/ Inter, per il sogno Lucas serve un sacrificio: l’addio di Sneijder torna di moda

L’Inter sogna Lucas del San Paolo ma per averlo serve un sacrifico. Il principale indiziato sembrerebbe essere Wesley Sneijder: l’olandese ha ancora tante offerte

10.07.2012 - La Redazione
Moratti2
Massimo Moratti, presidente Inter (Infophoto)

CALCIOMERCATO – E’ il leit motiv del calciomercato dell’Inter: vendere e liberarsi di un ingaggio pesante, per poi comprare. E’ stato così per Lucio, sostituito da Silvestre, sarà così per Pazzini, che verrà con grande probabilità sostituto da Mattia Destro, e con grande probabilità la “tradizione” proseguirà anche per Lucas. Il gioiello 19enne del Brasile è in cima alla lista dei desideri del direttore dell’area tecnica nerazzurra Marco Branca nonché del presidente Massimo Moratti. Giovane, tecnico, duttile, di grandi qualità, è considerato il calciatore ideale da cui ripartire in vista della stagione 2012-2013, ma soprattutto l’uomo perfetto da inserire sulla trequarti, al fianco di Palacio e Sneijder e dietro all’unica punta Milito/Destro. Ma come dicevamo sopra servirà un sacrificio e non sono da escludere tagli eccellenti. Partirà sicuramente Maicon, forse Ranocchia, e attenzione anche al futuro di Wesley Sneijder. Per avere l’attaccante del San Paolo bisognerà mettere in preventivo una cifra che si aggira attorno ai 25 milioni di euro (notevolmente ridimensionata rispetto agli 80 di 12 mesi fa), e quella somma potrà essere ricavata proprio dalla partenza del nazionale olandese. Oltre ad avere ancora moltissimo mercato l’ex Real Madrid ed Ajax ha un valore di circa 20 milioni di euro e uno stipendio da 6 milioni di euro netti a stagione che al lordo fanno circa 12. Facile quindi intuire che in caso di proposte concrete per Wes, alla fine corso Vittorio Emanuele potrebbe cedere, liberandosi di uno stipendio importante e di un giocatore che negli ultimi due anni non è stato sicuramente fra i più brillanti. La cosa certa è che anche lo stesso Lucas sembra essere entrato nell’ottica di trasferirsi a Milano e di vestire il nerazzurro e uscendo di recente allo scoperto ha esclamato un inequivocabile: «L’Inter è un grande club. Tutti un giorno sognano di giocare per l’Inter. Non posso garantire che rimarrò al San Paolo fino al termine del mio contratto, nel 2015». Il diretto interessato si è esposto, l’entourage del giocatore spinge per il trasferimento, ma ora toccherà alle due società trovare un’intesa.

Il San Paolo continua naturalmente a dichiarare incedibile il giocatore ma trattasi della classica tattica per alzare il prezzo; il tutto si chiuderà a fine agosto, dopo le Olimpiadi: la trattativa ha ancora moltissimo da raccontare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori