CALCIOMERCATO/ Inter, si stringe per Mudingayi, Fernando difficile e Coutinho…

L’Inter è ad un passo dall’accogliere alla Pinetina Gaby Mudingayi del Bologna. Intanto si studia la pista Fernando, gioiello del Porto, che potrebbe trasferirsi a fine agosto

17.07.2012 - La Redazione
gaby_mudingayi_bologna_r400
Mudingayi (infophoto)

CALCIOMERCATO – Dopo gli arrivi di Palacio, Handanovic e Silvestre il calciomercato dell’Inter si concentra ora sull’acquisto di un nuovo centrocampista. Ormai definitivamente sfumato Paulinho, vero obiettivo numero uno per la mediana che però ha scelto di rimanere in Brasile, la società di corso Vittorio Emanuele ha deciso di accelerare stringendo per lo sbarco ad Appiano Gentile di Gaby Mudingayi. Dopo averlo già bloccato durante le scorse settimane, nelle ultime ore si è registrata un’improvvisa accelerata forse dovuta proprio all’addio al brasiliano del Corinthians. In casa Inter si sarebbe preferito attendere la sentenza definitiva su Scommessopoli, ma la necessità di Stramaccioni di avere fin da subito un interno di sostanza e di qualità, in previsione preliminari di Europa League, ha spinto i vertici nerazzurri a chiudere la trattativa con il Bologna. La formula è però di quelle particolari: la società meneghina verserà infatti nelle casse emiliane un primo anticipo da 500mila euro e poi coprirà la restante somma (1,1 milioni di Euro, per un totale di 1,6) nel momento in cui la vicenda scommesse terminerà. Nel caso in cui Mudingayi dovesse essere deferito dalla giustizia sportiva, a quel punto le due società potrebbero accordarsi magari con una riduzione dell’ingaggio dello stesso belga. Bel colpo quello dell’ex Bologna, elemento solido che sembra essere perfetto per giocare in coppia con Guarin davanti alla difesa; evidentemente, però, non è considerato abbastanza dalla dirigenza. Più che altro, ci sarebbe da coprire l’eventuale partenza di Stankovic. Ecco perché rimane viva la pista Fernando, elemento che insieme a Guarin ha condiviso la stagione magica del Porto che ha vinto tutto agli ordini di André Villas-Boas, e ora potrebbe ritrovare il colombiano in nerazzurro. Qui però siamo su altre cifre rispetto a quelle per Mudingayi: 18 milioni di Euro. Il tempo per trattare, limare, accordarsi, c’è: bisognerà vedere se alla fine Moratti vorrà fare il grosso investimento. Anche perché, nel frattempo, le pedine che sono già agli ordini di Stramaccioni stanno dando risposte positive. Una di queste si chiama Philippe Coutinho. Non è un acquisto del calciomercato estivo dell’Inter, ma è come se lo fosse, essendo rientrato dal prestito all’Espanyol. L’ex tecnico della Primavera stravede per lui, l’ha blindato a Milano (rifiutando di inserirlo nell’affare Isla-Asamoah, non a caso saltato) e nelle prime uscite gli ha affidato il compito di trequartista dietro a Diego Milito. Il piccolo brasiliano ha ripagato tanta fiducia con ottime prestazioni e un gran gol contro il Koper, nell’ultima amichevole giocata. Che sia questa la stagione di Coutinho? Se il buongiorno si vede dal mattino, pare proprio che possa essere così. A questo punto non spaventa nemmeno più una possibile cessione di Wesley Sneijder, anzi: Moratti potrebbe addirittura pensare di cogliere l’occasione e raggranellare un altro bel gruzzoletto (e a quel punto, Fernando si avvicinerebbe). Il ruolo è lo stesso, Sneijder è sicuramente più pronto ma dà anche l’impressione di aver terminato il suo ciclo nell’Inter: l’Anzhi è sempre alla finestra, non ci sono offerte concrete ma la scintilla si potrebbe sempre accendere. Un’altra operazione Eto’o? Possibile, certo bisogna verificare quale sia la volontà dell’olandese nell’andare a giocare in un campionato di “periferia”. L’eventuale trattativa, però, permetterebbe a Coutinho di giocare libero da pressioni, senza l’ombra del campione su di lui: 

Potrebbe giovargli non poco, e Stramaccioni, come dicevamo, sembra aver fatto le sue scelte. Naturalmente resta sempre viva la pista Lucas: per lui si parla sempre di 35 milioni di Euro e Moratti per ora non ci sente da quell’orecchio. E poi, con un Coutinho così, davvero varrebbe la pena investire tutti quei soldi? Forse no. Intanto, l’agente di Kuba Blaszczykowskichiude la porta a un passaggio del laterale polacco all’Inter: “Kuba si trova bene al Borussia Dortmund, per tutte le discussioni relative al suo futuro c’è sempre il suo attuale club in cima alla lista”. Altrettanto difficile arrivare a Laurent Koscielny, centrale di difesa dell’Arsenal e della nazionale francese. Indiscrezioni circolanti oltralpe vogliono l’Inter sulle sue tracce soprattutto nel caso in cui Andrea Ranocchia chiedesse la cessione. IL ragazzo però ha il contratto in scadenza nel 2014, e Wenger non sembra intenzionato a lasciarlo partire, anzi starebbe per proporgli il rinnovo del contratto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori