CALCIOMERCATO/ Inter, Lucio-Maicon-Julio Cesar, gli argentini cacciano i brasiliani? (esclusiva)

Marco Branca, direttore dell’area tecnica dell’Inter, è stato di parola. Il dirigente del club nerazzurro nella scorsa settimana dichiarò che ci sarebbero stati degli scossoni…

05.07.2012 - La Redazione
zanetti_stramaccioniR400
Stramaccioni verso la partita contro la Juventus (Foto: Infophoto)

Marco Branca, direttore dell’area tecnica dell’Inter, è stato di parola. Il dirigente del club nerazzurro nella scorsa settimana dichiarò che il calciomercato dell’Inter avrebbe subito degli scossoni, ovvero addii dolorosi. E’ andato via il brasiliano Lucio che oggi dovrebbe accasarsi alla Juventus per firmare il contratto di due anni. Presto dovrebbe andare via anche Julio Cesar visto che l’Inter ha acquistato Samir Handanovic, estremo difensore dell’Udinese (clicca QUI per leggere la notizia), che prenderà il posto del portiere brasiliano. Per Julio Cesar si pensa a un possibile ritorno in patria ma su di lui sembra esserci anche il Milan che potrebbe eventualmente approfittare della rescissione del contratto dell’estremo difensore sudamericano. Nell’Inter che cambia non ci sarà neanche Maicon, terzino brasiliano classe 81′ che dopo sei stagioni dovrebbe passare al Chelsea. Si parla di una trattativa avanzata (clicca QUI per leggere l’esclusiva) con il Chelsea, il giocatore è a un passo dall’addio, anche perchè il suo contratto è in scadenza nel 2013. Dietro queste tre cessioni c’è un denominatore comune. Tutti e tre sono brasiliani. La colonia verdeoro nell’Inter rischia completamente di sparire, visto che rimarrebbe il solo Coutinho che però non è un senatore. Come mai così tante cessioni di giocatori brasiliani? La risposta potrebbe essere all’interno dello spogliatoio nerazzurro che è da molti anni pieno di argentini. La colonia di argentini all’Inter è sempre stata molto influente, lo disse Ibrahimovic nel libro in cui parlò di due fazioni tra argentini e brasiliani. Nella storia i due Paesi sudamericani non sono mai stati molto amici, soprattutto nel calcio. Tradizioni a confronto, lo dice anche il grande duello tra Pelè e Maradona che ancora oggi riempie le giornate dei tifosi. Nell’Inter c’è il capitano che è argentino, ovvero Javier Zanetti, che per la verità ha sempre smentito l’esistenza di due fazioni. Ma è naturale che un tecnico giovane come Stramaccioni possa affidarsi molto al capitano e al leader della colonia argentina che in campo si fa sentire. La colonia argentina è aumentata con la presenza di Palacio e forse con quella di Silvestre, quest’ultimo in procinto di arrivare dal Palermo. Insomma una guerra tra clan? Non proprio ma di certo non è un caso che l’Inter stia mandando via tutti questi brasiliani.

Gli argentini nell’Inter hanno sempre avuto un rapporto particolare, un legame affettivo con la squadra e anche con l’ambiente in generale. Chissà che nello spogliatoio non abbiano deciso di mandare via i brasiliani proprio per creare un’armonia in cui la colonia argentina possa avere il “comando” in senso positivo e non negativo. Di certo l’addio di Lucio e quello probabile di Maicon e Julio Cesar sono indizi importanti…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori